Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes – Let's share beauty | July 15, 2024

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Arte e gioco: dalla “pittura di genere” al gaming

Arte e gioco: dalla “pittura di genere” al gaming

| On 16, Ago 2022

Quattro opere poco conosciute della pittura di genere. L’arte oltre la tela: gaming, immersività e coinvolgimento.

di Redazione Art Vibes


L’arte ha sempre spaziato da temi più seri a temi più giocosi. Tra questi, c’è quello dei casinò e delle scommesse, che fin dall’antichità ha affascinato e attratto l’uomo, al punto da dare vita al filone artistico della cosiddetta “pittura di genere”. Ma il fascino del gioco non si è mai fermato: ecco come l’arte si è spostata dalla tela allo schermo.

 

Al tavolo della roulette (Munch)

Edvard Munch, genio artistico a cui è stato di recente dedicato un museo a Oslo, per quest’opera si ispira alla sua passione per il Casinò di Monte Carlo. Dipinto ad olio, di stile espressionista, fu realizzato nell’800. Quest’opera vuole unire quello che è il fascino del denaro e il gioco, di gran voga negli ultimi anni del diciannovesimo secolo. Le molte sfumature e i contorni indefiniti fanno intuire che il dipinto rappresenti un ricordo, il quale si protrae nel tempo rimanendo anche una realtà attuale.

 

Argomentazione su un gioco di carte (Steen)

Nel 1656, Jan Steen propose la raffigurazione di una scena molto particolare accaduta durante un momento di gioco. Tra le varie persone presenti, uno dei giocatori mette in dubbio la correttezza dell’avversario, innescando così una lite. Indizi chiari di ciò che sta accadendo sono soprattutto il tavolo da gioco disordinato e l’aria minacciosa con cui vengono banditi spade e coltelli. Quest’opera molto forte, rappresenta esattamente come non dovrebbe essere il gioco.

 

Blackjack (Squillantini)

Risalente allo scorso secolo, l’opera rappresenta uno dei più grandi vizi dell’uomo: il gioco. Il suo autore, Remo Squillantini, dedicò infatti gran parte delle sue opere a quelli che sono i vizi dell’uomo, le sue debolezze e i suoi conformismi. L’opera “Blackjack” rappresenta il momento del gioco in cui vengono scoperte tutte le carte che i giocatori hanno in mano, ovvero il momento finale in cui si stabilisce chi ha la mano migliore e di conseguenza chi è il vincitore.

 

Casinò Gambling e The Gambler (Tuschmalischvili)

Queste opere furono dipinte entrambe dal georgiano Zaza Tuschmalischvili, negli anni novanta del secolo scorso. La caratteristica principale di queste due opere, appartenenti all’Espressionismo cubista, è la modalità di rappresentazione: inchiostro su tela.

Tutte queste opere rientrano nel filone artistico definito della “pittura di genere”, la quale descrive aspetti della vita quotidiana ritraendo persone comuni che svolgono delle attività comuni.

 

L’arte oltre la tela: gaming, immersività e coinvolgimento

Al giorno d’oggi, il fascino del mondo dei casinò si sta facendo sempre più strada nel mondo del gaming, ricreando le atmosfere uniche delle sale da gioco attraverso grafiche digitali sempre più realistiche e accattivanti.

Dalla tela allo schermo, il passo non è stato breve ma assolutamente sorprendente. Un ruolo fondamentale in questo senso l’ha avuto la realtà virtuale, il salto di qualità compiuto dalle schede grafiche che ha permesso un’esperienza 3D molto più coinvolgente, e dalla realtà aumentata, la quale permette di unire l’ambiente di gioco a quello reale, grazie a dei particolari visori.

Caratteristiche di questo tipo offrono ai giocatori un’immersività e un grado di coinvolgimento senza precedenti. Se un tempo delle sensazioni di questo tipo potevano essere vissute esclusivamente nelle sale da gioco, oggi è invece possibile farlo anche da casa, giocando da dispositivi fissi o mobile.

Per provare questi giochi e immergersi nell’atmosfera dei casinò in molti casi non è indispensabile fare alcun investimento iniziale: basta infatti approfittare dei bonus senza deposito immediato offerti dai maggiori player e recensiti su pagine apposite. Così facendo, si potrà giocare e testare le piattaforme di gioco per poi decidere quale fa al caso proprio.

Grazie al responsive design, l’esperienza di gioco sarà ottimale anche sul piccolo schermo: tablet e smartphone riescono infatti a riprodurre perfettamente le atmosfere e le dinamiche dei casinò fisici, spianando la strada a ulteriori innovazioni future.


Submit a Comment