Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | March 24, 2017

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Giorgio Conta - L'equilibrio tra gesto e forma

Giorgio Conta – L’equilibrio tra gesto e forma

| On 10, Feb 2017

La celebrazione della figura umana attraverso delicati e calibrati equilibri compositivi.

di Redazione Art Vibes


Picture: Giorgio Conta – Presence, 2015, wood / legno, 180x50x50 cm.


Giorgio Conta, classe 1978, è un artista italiano che esprime principalmente il suo talento creativo attraverso la scultura. Cresciuto fin da piccolo in ambienti artistici, il padre, Livio Conta, è tutt’oggi considerato uno degli scultori più noti del Trentino. Dopo aver conseguito il diploma di scuola superiore, ha frequentato la scuola di scultura dedicandosi poi alla pittura e al disegno mescolando arte sacra e profana.

Le sue opere scultoree giocano sulla rigidità della materia (legno o gesso) e ricercano uno stile interpretativo nel gesto, prestando la massima attenzione nel cogliere dettagli intimi del soggetto ritratto.

La frequentazione della scuola d’arte di Ortisei, e il confronto con giovani maestri come Walter Moroder, Peter Demetz o Gehard Demetz, ha sicuramente influenzato positivamente il suo operato. Piegature, fori e contrasti amplificano la scorrevolezza delle figure esaltandone l’espressività, mettendo in evidenza dettagli che delineano “metonimie reali“.
La celebrazione della figura si compie attraverso delicati equilibri compositivi: se da un lato alcuni dettagli sono perfettamente modellati, altre zone risultano quasi abbandonate in uno stato di forma potenziale. Il suo è un tentativo di raggiungere una soglia, un equilibrio tra gesto e forma, tra naturalismo e non iconicità, che si traduce in un linguaggio artistico frammentario, stimolante per il fruitore.

 

Giorgio Conta - Ragazza con conchiglia, 2016, bronze / bronzo, 70x50x30 cm
Giorgio Conta – Ragazza con conchiglia, 2016, bronze / bronzo, 70x50x30 cm

Giorgio Conta - Le due metà, 2016, gesso / plaster, 90x30x25 cm
Giorgio Conta – Le due metà, 2016, gesso / plaster, 90x30x25 cm

Le parole di Paolo Levi ben sintetizzano lo stile di questo abile artista:
Sensibilità romantica, fantasia, ma anche un perfetto controllo tecnico sono alla base delle piacevoli opere sia scultoree che pittoriche di questo artista, tra il classico e il moderno.
Tutte le composizioni sono frutto di una ricerca coltivata con passione, con equilibrio fra sollecitazioni interiori e stimoli esterni.

Le donne e gli uomini di Giorgio Conta sembrano, nella loro sacralità terrena, sotto il potere di uno strano incantesimo, il quale li costringe – scolpiti come sono nel loro mondo fantastico, melodico – a sognare un microcosmo che li faccia partecipi di una sorta di moderno presepe. Da questa nicchia i suoi personaggi paiono angelicati, in linee morbide e arcuate, mentre con i loro strumenti musicali sollevano tacite riflessioni e domande che si perdono nell’aria.

 

Giorgio Conta - Girl with bathrobe, 2016, wood / legno, 180x47x63 cm
Giorgio Conta – Girl with bathrobe, 2016, wood / legno, 180x47x63 cm

Giorgio Conta - Presence, 2015, wood / legno, 180x50x50 cm
Giorgio Conta – Presence, 2015, wood / legno, 180x50x50 cm

Giorgio Conta - Together, 2015, bronze and wood, 90x40x25 cm
Giorgio Conta – Together, 2015, bronze and wood, 90x40x25 cm

Giorgio Conta - Maternity, 2015, bronze, 87x50x30 cm
Giorgio Conta – Maternity, 2015, bronze, 87x50x30 cm

– via: Art Vibes submission – images courtesy of: Giorgio Conta


website: giorgioconta.com


Submit a Comment