Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes – Let's share beauty | May 30, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Arte urbana a scuola: immaginari visibili

Arte urbana a scuola: immaginari visibili

| On 14, Giu 2023

La scuola si trasforma in Centro Culturale: a Pisa l’arte urbana entra in classe, educa all’inclusività e alla valorizzazione delle differenze individuali, e trasferisce su un muro la creatività dei ragazzi.

di Redazione Art Vibes


Picture: Arte urbana a scuola: immaginari visibili.


Giovedì 8 giugno è stato inaugurato al CEP il murale dell’artista Beast a conclusione del percorso didattico Rinascimento street art elaborato dall’Istituto Comprensivo Toniolo di Pisa a cura delle insegnanti Daniela Cappelletto e Rosaria Gazzara in collaborazione con l’associazione stART open your eyes.

Il percorso, di durata biennale, è stato integrato nel progetto di rete “Musica, immagini e parole per crescere insieme” finanziato dal Piano delle Arti, strumento chiave del Ministero dell’istruzione e del merito per la promozione dell’arte e della cultura umanistica nelle scuole, con realizzazione di percorsi mirati allo sviluppo e al sostegno della creatività.

Nell’ottica di una scuola vissuta come centro culturale di primo livello del territorio, il progetto si è posto come obiettivo quello di promuovere l’apprendimento, la pratica, la creazione, la conoscenza storico-critica e la fruizione consapevole dei linguaggi artistici quali requisiti fondamentali e irrinunciabili del curricolo, anche in riferimento allo sviluppo delle competenze sociali e civiche e di cittadinanza europea, all’ inclusività e alla valorizzazione delle differenze individuali.

 

Arte urbana a scuola: immaginari visibili
Arte urbana a scuola: immaginari visibili

Il progetto ha preso avvio dalla scoperta del vasto patrimonio di opere murarie realizzate nel territorio.

Nell’arco di due anni, le ragazze e i ragazzi della scuola secondaria di primo grado Toniolo succursale e della scuola primaria Novelli sono stati guidati nella fruizione di murales che costituiscono una sorta di museo a cielo aperto con opere di artisti di fama internazionale fra i quali Joys, Ozmo, 2501, Gaia, Beast e molti altri presenti in vari luoghi del centro della città e nel quartiere di Porta a mare fino alla Darsena pisana, a testimonianza di come questa particolare forma di arte contemporanea sia rimasta viva anche dopo la realizzazione della grande opera di Keith HaringTutto mondo“.

Un approfondimento sostanziale è stato apportato dalle visite alle esposizioni a Palazzo Blu dello scorso anno: Keith Haring e Attitude: dal graffitismo al neomuralismo, quest’ultima a cura di Gianguido Grassi direttore artistico e curatore dell’ associazione stART open your eyes.

Sono stati organizzati incontri nei quali ragazze e ragazzi hanno dialogato con alcuni degli artisti presenti in mostra stimolando una riflessione su ciò che l’espressione artistica rappresenta nella varietà dei linguaggi che in essa si esplicitano.

Nel corrente anno scolastico il progetto è ripreso con l’intento di far misurare le studentesse e gli studenti con questa forma di arte attraverso la produzione di elaborati grafici sotto la guida di Beast, artista pisano le cui opere sono visibili alla Darsena pisana, a Porta a mare e in altri luoghi della città e il cui lavoro si basa principalmente sul lettering.

 

Arte urbana a scuola: immaginari visibili
Arte urbana a scuola: immaginari visibili

Con Beast è stato avviato un lavoro di progettazione di bozzetti per la realizzazione di un murale dai quali poi l’artista ha preso spunto per la realizzazione dell’opera alla quale hanno preso attivamente parte studentesse e studenti dai sei ai tredici anni.

L’opera è costituita da una sorta di giungla nella quale puppets ispirati ai personaggi dei fumetti cari ai giovani autori emergono dallo sfondo integrandosi con il particolare lettering dell’artista che contraddistingue sempre i suoi lavori.


La scritta CEP poi rappresenta un’affermazione di identità di una periferia che, grazie a questa operazione, porta alla luce la ricchezza della sua variegata comunità dando valore alle possibilità di crescita culturale e riscatto sociale che una scuola inclusiva può attuare.

 

Arte urbana a scuola: immaginari visibili
Arte urbana a scuola: immaginari visibili

Arte urbana a scuola: immaginari visibili
Arte urbana a scuola: immaginari visibili

Arte urbana a scuola: immaginari visibili
Arte urbana a scuola: immaginari visibili

Arte urbana a scuola: immaginari visibili
Arte urbana a scuola: immaginari visibili

Arte urbana a scuola: immaginari visibili
Arte urbana a scuola: immaginari visibili

Arte urbana a scuola: immaginari visibili
Arte urbana a scuola: immaginari visibili

– via: Art Vibes submission


Submit a Comment