Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes – Let's share beauty | July 19, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

The Spiral - Il primo grattacielo “biofilico” di New York

The Spiral – Il primo grattacielo “biofilico” di New York

| On 21, Mar 2024

“From the High Line to the Skyline”: a New York il primo grattacielo che incorpora la natura fino alla sua sommità, un progetto firmato Bjarke Ingels Group.


di Francesco Spaghi


Picture: The Spiral – Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu.


A New York, sulla West 34th Street tra Hudson Boulevard e 10th Avenue, è stato costruito recentemente un nuovo accattivante grattacielo.

La nuova struttura, denominata “The Spiral” sorge nei pressi della sopraelevata High Line e del Bella Abzug Park, sul lato ovest di Manhattan.

Progettato da Bjarke Ingels Group, in collaborazione con Adamson Associates e l’ingegnere strutturale WSP Cantor Seinuk, The Spiral è stato sviluppato da Tishman Speyer e costruito da Turner, ed è stato nominato la scorsa settimana “The World’s best tal building” nella sua categoria direttamente dal Council on Tall Buildings and Urban Habitat.

L’edificio, che misura 66 piani e 2,8 milioni di piedi quadrati, raggiunge un’altezza di 1.031,5 piedi ed è in attesa di perseguire la certificazione LEED Silver. The Spiral è il primo super grattacielo commerciale completato da BIG a New York e proprio recentemente ha ufficialmente aperto le sue porte a grandi aziende tra cui Pfizer, Debevoise & Plimpton, Turner Construction e HSBC, tra gli altri. 

 

The Spiral New York City. video courtesy of: The Dronalist

La struttura ricorda un giardino d’inverno, la facciata in pannelli di vetro della torre offre ai passanti uno sguardo sulla luminosa e spaziosa hall dell’edificio, adornata con opere d’arte dello studio olandese DRIFT e vegetazione lussureggiante, a cui si può accedere tramite ingressi sia su Hudson Boulevard che sulla 10th Avenue.


In segno di rispetto per l’ambiente circostante, l’atrio dello Spiral incorpora sette diversi metalli per onorare la storia industriale della zona, con i pannelli del pavimento misurati seguendo le esatte dimensioni delle assi di cemento prefabbricate che attraversano la High Line.

The Spiral diminuisce lentamente di volume man mano che si sale verso l’alto, seguendo l’involucro della zonizzazione del sito. La sua forma sottile e armoniosa richiama per estetica i classici grattacieli di Manhattan come l’Empire State Building e il Rockefeller Center. Le sue proporzioni snelle, nonché l’impiego di materiali e dettagli moderni evocano le caratteristiche di design dell’architettura contemporanea dei grattacieli.

 

The Spiral - Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu
The Spiral – Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu

The Spiral, Modern Efficiency Classic Silhouette - Diagram BIG Bjarke Ingels Group
The Spiral, Modern Efficiency Classic Silhouette – Diagram BIG Bjarke Ingels Group

La Spirale scandisce l’estremità settentrionale della High Line, cosicché il parco lineare sembra proseguire fino alla torre, formando un nastro ascendente di vivaci spazi verdi, estendendo dunque la High Line fino allo skyline. The Spiral combina la classica silhouette Ziggurat del grattacielo premoderno con le proporzioni snelle e la disposizione efficiente del moderno grattacielo.

Progettato per le persone che lo occupano, The Spiral garantisce che ogni piano della torre si apra verso l’esterno, creando giardini pensili e atri a cascata che collegano le piastre del pavimento aperto dal piano terra alla sommità attraverso un unico spazio di lavoro ininterrotto.

La serie di terrazze che avvolgono l’edificio espande la vita quotidiana di chi lo abita all’aria esterna e dunque alla luce diffusa. Mentre gli alberi, l’erba, i fiori e le viti hanno messo radici nelle ultime due estati, The Spiral sta lentamente vedendo definirsi una zona green che avvolge l’intera sagoma della torre, come una vite alta 1.000 piedi sulla scala del skyline della città.” – Bjarke Ingels, Fondatore e Direttore Creativo, BIG.

 

The Spiral - Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu
The Spiral – Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu

The Spiral, Elevation North - REV 1, Drawing BIG Bjarke Ingels Group
The Spiral, Elevation North – REV 1, Drawing BIG Bjarke Ingels Group

Terrazze paesaggistiche a cascata e giardini pensili si arrampicano sulla torre definendo un movimento a spirale che va a creare un nastro verde unico e continuo che avvolge la facciata dell’edificio e fornisce a ogni piano degli uffici uno spazio terrazzato facilmente accessibile.

Con circa 13.000 piedi quadrati di spazio esterno, un paesaggio delle dimensioni di The Spiral non è mai stato installato a New York City ad un’altitudine di 300 piedi. La maggior parte delle specie vegetali sulla copertura del terreno sono originarie della prateria americana, il che le rende resistenti ai forti venti e alla siccità.

Man mano che l’edificio sale, viene introdotto un secondo strato di arbusti e cespugli più alti che fioriscono in inverno. In ultimo, il paesaggio è coronato da alberi a stelo singolo e multi fusto che fioriscono già a febbraio, insieme a tralicci verticali con alberi inglesi ed edera Boston che conservano le foglie durante l’inverno. La tavolozza di colori che contraddistingue le piante varia a seconda del lato dell’edificio e a seconda dell’orientamento del sole e della resistenza ai venti ad alta velocità.

Portando i giardini in alto, The Spiral apre dunque la strada a una nuova tipologia di paesaggio. La sua continua cascata di verde da un livello all’altro fornisce agli spazi degli uffici una nuova dimensione verticale di connettività sociale e biofila. Questi giardini accoglieranno uccelli, api e farfalle, per espandere la biodiversità di New York nello skyline della città”. – Giulia Frittoli, Socio, GRANDE.


Man mano che The Spiral sale, le terrazze accessibili di ogni piano offrono viste impressionanti su Manhattan, sul fiume Hudson e sul New Jersey. Alcuni piani offrono uno spazio di servizio a doppia altezza e la possibilità di collegare i piani adiacenti tramite una grande scalinata, suggerendo un’alternativa agli ascensori e incoraggiando l’interazione tra i colleghi.

 

The Spiral - Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu
The Spiral – Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu

The Spiral - Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu
The Spiral – Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu

The Spiral - Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu
The Spiral – Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu

The Spiral - Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu
The Spiral – Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu

The Spiral - Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu
The Spiral – Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu

The Spiral - Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu
The Spiral – Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu

The Spiral - Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu
The Spiral – Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu

The Spiral - Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu
The Spiral – Skyscraper in New York City. Photo credit: Laurian Ghinițoiu

– Photo credit: Laurian Ghinițoiu


– website: big.dk


Submit a Comment