Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | January 24, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Quando la tecnologia è sinonimo di accessibilità

Quando la tecnologia è sinonimo di accessibilità

| On 17, Dic 2021

Arte, giochi e shopping: la tecnologia ha aperto le porte ai consumatori.

di Redazione Art Vibes


Uno dei lati positivi della tecnologia è l’accessibilità. Grazie all’innovazione, molti settori si sono aperti al pubblico e ora non ci sono più barriere. Come per il mondo dell’arte. Prima dell’arrivo della tecnologia, chi amava l’arte in generale doveva andare alle mostre, alle gallerie o ai musei di persona. Non era nemmeno facile vedere il proprio scultore o pittore dal vivo e ammirare le sue opere a pochi centimetri di distanza.

Spesso, le opere d’arte erano lontane e si doveva viaggiare. Non tutti potevano permetterselo e l’arte non era certo accessibile. Il mondo online ha cambiato questa realtà. Grazie a piattaforme virtuali, le tue opere preferite sono a portata di click, comodamente da casa tua.

Questo fenomeno è esploso durante la pandemia, quando gallerie e musei sono rimasti chiusi per mesi. I più innovativi hanno aperto le loro collezioni alla realtà online, a volte con vere e proprie visite guidate per i viaggiatori virtuali. Basta pensare alla piattaforma 100% italiana ITsART, che include spettacoli di danza, musica classica e concerti online, come quello di Claudio Baglioni in diretta dal Teatro dell’Opera di Roma.

Invece, le Gallerie degli Uffizi propongono l’iniziativa “Ipervisioni”, delle mostre virtuali con immagini ad alta definizione di capolavori come le opere dedicate a Napoleone. Dalle sale fino al Giardino di Boboli, dato che “Ipervisioni” include la visita alla Grotta del Buontalenti.

Online, si può anche andare dall’Italia al mondo, con piattaforme come Google Arts and Culture. Questo sito include migliaia di mostre virtuali, che spaziano dalla fotografia alla street art. In più, la funzione “Play” dà la possibilità di interagire con l’arte, ad esempio ascoltando i colori di Kandinsky. Anche l’Istituto d’Arte del Canada offre percorsi virtuali, anche con mostre dedicate agli autori di diverse etnie.

Però, il settore dell’arte non è l’unico ad aver beneficiato della tecnologia. Anche l’industria del gaming e delle scommesse ha tratto vantaggio dal mondo online. Infatti, chi ama giocare non deve più andare al casinò più vicino (o lontano) per divertirsi alla roulette o ai giochi di carte. Esistono app per smartphone e piattaforme per tutti i dispositivi che permettono di giocare con soldi veri ai giochi dei casino online, anche in tempo reale. Insomma, sarà tutto dietro uno schermo, ma la posta in gioco è vera.

Altrettanto vere sono le promozioni online dell’e-commerce. Infatti, il mondo dello shopping usa la tecnologia per arrivare a nuovi clienti con offerte esclusive. Lo shopping online sta diventando sempre di più la norma e ha riportato una crescita del 21% nel 2021, generando 39,4 miliardi di euro. Gli italiani acquistano sia servizi che prodotti e il Black Friday è sempre un successo garantito, tanto che il Codacons aveva stimato una spesa di 2 miliardi di euro online nel 2021. Secondo l’associazione italiana, oltre 26 milioni di italiani hanno fatto acquisti di e-commerce, una crescita dell’8% rispetto al 2020.

Arte, giochi e shopping: la tecnologia ha aperto le porte ai consumatori. L’innovazione virtuale ha anche aperto portoni alle aziende e ai musei, che ore possono davvero raggiungere il mondo intero. Basta un click e il gioco è fatto.


Submit a Comment