Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | December 3, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Nuvole Migranti - Comunicare la Migrazione

Nuvole Migranti – Comunicare la Migrazione

| On 22, Giu 2016

Cosa sappiamo veramente del fenomeno della Migrazione?

di Redazione Art Vibes


Cercando la risposta a questa domanda, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato – Comunità aperte e solidali per un futuro condiviso – col patrocinio del Comune di Trebisacce, del Servizio Centrale del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati e del Coordinamento Provinciale S.P.R.A.R. di Cosenza – La Kasbah – Associazione Culturale Multietnica, le associazioni Le Nove Lune, L’Arte delle Nuvole e Rizoma organizzano “Nuvole Migranti – Mostra di Tavole originali a fumetti e dibattito sul tema della Migrazione“.

La realtà che definiamo “il nostro mondo” confina con la portata dei nostri occhi. Siamo abituati, sia per negligenza emotiva, sia per mancanza di stimoli alla riflessione, a sovrapporre i confini del nostro sapere con i confini del reale. Questo errore di percezione crea un cortocircuito culturale, sociale ed emotivo di cui riusciamo a prendere atto solo nel momento in cui siamo invasi da una scossa di consapevolezza, cioè nel momento in cui è ineluttabile il contatto con un fenomeno, come quella della migrazione, che bussa alle porte del nostro mare, della nostra vita, del nostro quotidiano, della nostra immaginazione che diventa materia e sguardi, generando un’indomabile empatia, spesso dolorosa. I popoli di ogni latitudine e ogni longitudine sono tra di noi.
Quanto e come ne siamo consapevoli? Cosa sappiamo di come sta cambiando il nostro tessuto sociale, dei paesi costellati di macerie fumanti che si addormentano con melodie di colpi di fucile e mortai, dei tanti rifugiati politici, profughi, immigrati, uomini e donne e bambini in fuga che a volte accogliamo, a volte scacciamo e che spesso non sono altro che fotogrammi in movimento percepiti con la coda dell’occhio, a margine di una giornata vissuta all’insegna delle nostre circostanze.
Quanto e come, i media, le istituzioni, gli organismi preposti, hanno contribuito ad informare, al fine di formare una consapevolezza ed una preparazione idonea a generare in ognuno di noi un’opinione informata?
 

Etenesh, l'Odissea di una migrante - Paolo Castaldi
Etenesh – L’Odissea di una migrante – Paolo Castaldi

Etenesh, l'Odissea di una migrante - Paolo Castaldi
Etenesh – L’Odissea di una migrante – Paolo Castaldi

Conosciamo la complessa e a volte dolorosa differenza tra migrazione forzata e volontaria? Tra profughi, immigrati in cerca di lavoro e rifugiati politici?
Il nostro approccio alla comunicazione, in merito al fenomeno della migrazione, è attivo o passivo? Subiamo l’informazione o ne siamo ricercatori? Percepiamo, capiamo, studiamo o semplicemente sentiamo, spesso senza ascoltare? Il nostro sguardo mentre osserviamo il reale, dal nostro centro di gravità rispetto all’universo della comunicazione e al fenomeno della migrazione, cosa ci mostra?
A queste domande, sabato 25 giugno, presso Piazza Matteotti a Trebisacce (CS) dalle ore 18.00, si cercherà di dare una risposta. La mostra è divisa in due sezioni.
La prima, ospiterà le tavole tratte dal volume Etenesh – L’odissea di una Migrante, opera di Paolo Castaldi, pubblicata dalla blasonata casa editrice Becco Giallo.
L’autore sarà ospite della manifestazione, presente all’inaugurazione e parteciperà al dibattito sul fenomeno della migrazione, raccontando l’esperienza vissuta nel narrare una storia vera e struggente come quella illustrata nel suo volume.
 

Etenesh, l'Odissea di una migrante - Paolo Castaldi
Etenesh – L’Odissea di una migrante – Paolo Castaldi

La seconda sezione, avrà come protagonista l’incontro tra due visioni differenti del mondo della migrazione.
Saranno infatti esposte le tavole originali opera dei beneficiari dello S.P.R.A.R. dei comuni di Trebisacce, di San Basile, Cerzeto, Cosenza e Civita e dai rappresentati delle associazioni culturali e di volontariato dell’Alto Ionio, realizzate in occasione del workshop gratuito organizzato nell’ambito del progetto Nuvole Migranti, nelle giornate di sabato 11 e domenica 12 giugno. Un’esperienza catartica, che ha permesso a tutti i partecipanti di raccontare la propria migrazione. Queste tavole, raccolte nella collettiva “Un viaggio lungo 100 vignette”, forti di una potenza narrativa dirompente generata da un tratto spesso naïf, evocative come solo la storia di un ricordo può essere, potranno essere ammirate da tutti coloro che visiteranno la mostra.
Nel corso della serata di inaugurazione sarà svelata anche l’illustrazione originale, dedicata al tema della migrazione, sviluppato nello scenario della città di Trebisacce, realizzata dall’autore Paolo Castaldi, che ritrarrà uno scorcio del paese ospite dell’evento.


– via: Art Vibes submission


Further reading:

– Etenesh: beccogiallo.org


Submit a Comment