Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | April 22, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Bussana Resilient - Art in Ruins

Bussana Resilient – Art in Ruins

| On 12, Apr 2019

Resistere per continuare a far vivere un sogno che dura da 60 anni: un documentario su Bussana Vecchia pregno di memorie, ideali e bellezza pura.

di Redazione Art Vibes


Picture: Frame from Bussana Resilient Trailer.


Tra le spettinate colline della Liguria di Ponente, a metà strada tra Sanremo ed Imperia, sorge il piccolo borgo di Bussana Vecchia, un’oasi creativa per artisti, un sogno che purtroppo rischia di infrangersi per la solita burocrazia cinica e spietata.

Per capire meglio il tutto occorre riavvolgere il nastro: nel 1887 un forte terremoto colpì gravemente il paese provocando un radicale spopolamento. Gli edifici ridotti in pessime condizioni furono dichiarati inagibili e in stato di pericolo, dunque abbandonati.

A distanza di 70 anni da quel tragico sisma due artisti italiani riscoprirono l’unicità e le potenzialità di questo luogo e si convinsero nel fondare la comunità artistica internazionale di Bussana Vecchia

Siamo nel 1958, Clizia e Vanni Giuffre cominciano così la loro nuova avventura da artisti-residenti nel paese, mossi dall’idea di vivere una vita semplice dedicata all’arte. Con il passare del tempo, agli albori del 1968, la comunità si consolida, e il nucleo fondatore composto da 20-30 persone comincia ad accogliere persone da tutta Europa: Italia, Austria, Inghilterra, Francia, Danimarca, Germania, Paesi Bassi e Svezia. 

Un’ amabile ed invidiabile anarchia che ha regnato per molti anni fino a quando nel 2015 la spietata macchina della burocrazia italiana ha rotto l’incanto. Si è infatti aperto un contenzioso tra il demanio e i residenti locali, con il comune di Sanremo che resta a guardare senza mai schierarsi apertamente in vista di soluzioni concrete ed efficaci.

La situazione si è addirittura aggravata da novembre 2017, quando il Dipartimento demaniale italiano ha coniato il termine “occupanti” per definire questi eroi, che hanno investito sogni e speranze in un’ideale puro ricostruendo attivamente il paese. Ora il rischio è concreto, i bussanesi potrebbero perdere del tutto la proprietà delle loro case, vedendo sfumare così un sogno che va avanti da quasi 60 anni. Ma gli abitanti non si arrendono a questa impietosa ingiustizia e continuano a lottare, una lotta che li vede armati di arte, cultura e voglia di cambiamento.

 

Bussana Resilient | Art In Ruins | Trailer. video courtesy of: Bussana Vecchia

Una corrente resiliente che proprio in questi giorni ha sferrato il proprio colpo producendo un documentario intitolato: “Bussana Resilient”.
Il lavoro, prodotto dalla Royal Film Company, cerca di riassumere questa assurda situazione che i bussanesi sono ancora costretti ad affrontare dopo tanti anni di minacce e sfratti.

E’ lo stesso regista Leonard Sommer a dichiarare: “Il fulcro della nostra idea è quello di dare voce agli abitanti, sono proprio loro a volere  che la storia di Bussana Vecchia non venga dimenticata dalle generazioni future.

Ci siamo già occupati in passato di Bussana e continueremo a farlo, continueremo a sostenere questa popolazione di sognatori portatori di bellezza, perché amiamo questo prezioso borgo e l’abbraccio che ci regala tutte le volte che abbiamo il tempo di ritornare, perché i sogni vanno difesi, per scardinare tutta quella asfissiante ordinarietà.


– images via: Bussana Resilient | Art In Ruins | Trailer


– website: bussana-resilient.com


Submit a Comment