Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | May 20, 2019

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Tellas - Clima Estremo

Tellas – Clima Estremo

| On 10, Ott 2016

Un percorso artistico che risponde alla necessità di tornare ad una connessione più intima con la natura.

di Redazione Art Vibes


Picture: Tellas – Punti di vista, Outdoor Festival Roma, Ritratto artista. Photo credit: Alberto Blasetti


Tellas (Cagliari, 1985), uno dei più promettenti artisti del movimento internazionale dell’Urban Art, presenta alla Wunderkammern di Roma la mostra personale “Clima Estremo“.
Inspirandosi alla sua terra natale, Tellas trasforma gli aridi paesaggi della Sardegna in opere poetiche. L’artista crea motivi organici astratti caratterizzati da un’estetica sofisticata e un’attenzione meticolosa per i dettagli. Inserendo la sua opera direttamente nel contesto urbano, Tellas riflette sui legami tra uomo e natura e le complesse dinamiche che ci fondono in un unico sistema.

Tellas - Alone in the desert, detail, 2016
Tellas – Alone in the desert, detail, 2016

Per Clima Estremo Tellas introduce una nuova ricerca legata a quei fenomeni meteorologici estremi attribuiti al riscaldamento globale indotto dall’uomo. 
La crescente minaccia di tali gravi, imprevedibili e insoliti eventi atmosferici è considerata da molti scienziati un fattore chiave per lo studio dei cambiamenti climatici. Il clima estremo, ritenuto un problema per un futuro lontano, è oramai considerato come una caratteristica del nostro presente, ed è divenuto una delle principali sfide per la società contemporanea.

La mostra personale di Tellas è un percorso artistico che risponde alla necessità di tornare ad una connessione più intima con la natura.
Attraverso tratti convulsi e pennellate frenetiche, Tellas inizialmente vuole farci sentire come un fattore esterno rispetto alla natura. Una natura che può essere violenta, spaventosa, fuori dal nostro controllo e disfunzionale.
Tuttavia, le sue opere ci invitano a stabilire un nuovo riavvicinamento ad una natura che è in realtà confortante e salvatrice e che abbraccia e pervade tutto il genere umano verso un futuro armonioso ed equilibrato.

Nuovi lavori su tela, tessuto, disegni su carta ed incisioni, insieme ad un’installazione e un video saranno assoluti protagonisti dell’esibizione, che vedrà altresì la presentazione di una serigrafia in edizione limitata.

Come anteprima della mostra, l’artista ha creato un’installazione site-specific, intitolata Punti di vista, in mostra all’ Outdoor Festival (Ex Caserma, Via Guido Reni 7, Roma) fino al 31 ottobre 2016.

 

Tellas - Punti di vista, Outdoor Festival Roma, 2016. Photo credit: Alberto Blasetti
Punti di vista, Outdoor Festival Roma, 2016. Photo credit: Alberto Blasetti

Tellas - Impressioni, detail, 2016
Impressioni, detail, 2016

Tellas - Winter reaction, detail, 2016
Winter reaction, detail, 2016

Tellas - Punti di vista, Outdoor Festival Roma, 2016. Photo credit: Alberto Blasetti
Punti di vista, Outdoor Festival Roma, 2016. Photo credit: Alberto Blasetti

 

TELLAS, STREET ART – INTERVENTI

Nel 2014 Tellas è stato selezionato dall’Huffington Post US tra i 25 street artists più interessanti al mondo. Le sue opere sono state esposte in importanti festival e istituzioni artistiche, sia nazionali che internazionali, come la Biennale di Venezia – con il suo progetto “Becoming Marni” (2015); il Bien Urbain Festival, Besançon (2014); Artmossphere, Biennale di Street Art di Mosca (2014); La Tour Paris 13 Project, Parigi (2013); Le 4 mur Festival, Niort (2012).

 

Tellas - Autostazione, Udine, 2014
Autostazione, Udine, 2014

Tellas - Profondo sud, Catanzaro, 2015
Profondo sud, Catanzaro, 2015

Tellas - Stagione secca, Stagione delle piogge, Sergipe, Brasile, 2015
Stagione secca, Stagione delle piogge, Sergipe, Brasile, 2015

Tellas - Salento, 2014
Salento, 2014

Tellas - Revealing the past, Lanusei, Sardegna, 2016
Revealing the past, Lanusei, Sardegna, 2016

– via: Art Vibes submission – photo courtesy of: Wunderkammern


Exhibition info: Tellas – Clima estremo, a cura di Giuseppe Pizzuto. Testo critico di Vittorio Parisi.

When: 15 ottobre – 19 novembre 2016.
Where: Wunderkammern, via Gabrio Serbelloni 124, Roma.


Further reading:

website: tellas.org


Submit a Comment