Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | February 25, 2024

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Fin DAC - "Punk Princess", StART Art Fair

Fin DAC – “Punk Princess”,  StART Art Fair

| On 09, Ott 2022

I nuovi lavori dell’artista urbano anticonformista di origine irlandese, curati da West Contemporary, saranno esposti a Londra presso la Saatchi Art Fair StArt.

di Redazione Art Vibes


Picture: Fin DAC – Child of Seditionaries (detail).


Una delle fiere d’arte più acclamate al mondo ospiterà quattro artisti chiave con sede nel Regno Unito, poiché la Saatchi Gallery ospita per quattro giorni nell’ottobre 2022 nomi di spicco del genere nella scultura, nell’arte urbana, nella pittura e nel mix-media.

Fin DAC, Beth Cullen-Kerridge, Lauren Baker e Alexander de Cadenet: ciascuno vanta un seguito mondiale e posizioni realmente influenti all’interno della scena artistica londinese, britannica, europea e mondiale.

 

Fin DAC - KI Anarchy
Fin DAC – KI Anarchy

Conosciuto come l’ideatore della vernice spray atipica autodefinita “Urban Aesthetics“, DAC è un outsider dell’arte urbana che, negli ultimi anni, è diventato un artista collezionato a livello globale. Il 2021 ha visto Fin DAC ospitare la sua prima mostra londinese in assoluto quando l’artista di strada di Cork ha portato lo stile e l’hype affinati in anni di ampio lavoro murale internazionale nella sua città natale adottiva, per una mostra che ha registrato il tutto esaurito e che ha guadagnato importanti crediti stampa. Il lavoro di Fin DAC esplora temi legati all’emancipazione femminile, riadattando lo sguardo maschile e sconvolgendo gli atteggiamenti colonialisti che circondano in particolare l’esperienza orientale. L’unico artista incaricato dalla Frida Kahlo Foundation (incaricato di dipingere Kahlo su un muro di 200 piedi a Guadalajara, in Messico), Fin DAC è noto per le sue uscite che hanno fatto il tutto esaurito in pochi minuti insieme alla West Contemporary.

Conosciuto come l’ideatore della vernice spray atipica autodefinita “Urban Aesthetics“, Fin DAC è un outsider dell’arte urbana anticonformista, un artista tra i più apprezzati dai collezionisti internazionali. Il 2021 ha visto Fin DAC ospitare la sua prima mostra londinese in assoluto quando l’artista di strada di Cork ha portato lo stile e l’hype affinati in anni di ampio lavoro murale internazionale nella sua città natale adottiva, per una mostra che ha registrato il tutto esaurito e che ha guadagnato importanti crediti stampa.

Nel suo lavoro di Fin DAC esplora temi delicati, legati all’emancipazione e all’empowerment femminile, riadattando lo sguardo maschile e interrompendo gli atteggiamenti colonialisti che circondano in particolare l’esperienza orientale. E’ stato l’unico artista incaricato dalla Frida Kahlo Foundation a dipingere l’artista messicana su un muro alto 200 piedi a Guadalajara).

“Una delle serie di opere più recenti di DAC è stata Punk Princess: una rivisitazione dei design avant grade e delle esibizioni esagerate di spettacoli sia di Vivienne Westwood che di Alexander McQueen. Dato che la galleria Saatchi si trova in Kings Road: un luogo che era sinonimo del nord del punk rock e ancora oggi sede della Westwood Boutique, ha deciso che questa serie di opere si adattava al progetto”.

 

Fin DAC - Child of Seditionaries
Fin DAC – Child of Seditionaries

Fin DAC - Child of Seditionaries
Fin DAC – Child of Seditionaries

In mostra per West Contemporary ci saranno anche Lauren Baker, artista multidisciplinare contemporanea, il suo lavoro esplora la connessione umana, la metafisica e l’espansività dell’universo. Appassionata di questioni ambientali e di sostenibilità, l’artista usa la luce per esprimere i “segreti dell’universo”, le sue installazioni pubbliche hanno trovato casa dal Regno Unito fino al Medio Oriente.

Beth Cullen-Kerridge, scultrice e imprenditrice, ha costruito la sua carriera lavorando su importanti progetti su larga scala in Gran Bretagna, una reputazione accresciuta a dismisura lavorando nelle fonderie e producendo opere per Edwardo Paolozzi, Elisabeth Frink e Alberto Giacometti.

Alexander de Cadenet, molto apprezzato per la serie di ritratti Skull ispirata a Vanitas, un progetto bidecennale con soggetti tra cui Einstein e Monroe. L’interesse globale è stato raggiunto poi con le sculture di getti di meteoriti e con la sua inimitabile serie Life Burgers. Nel 2017, de Cadenet ha prodotto Meteorite Egg, considerato il più grande pezzo fuso in metallo di meteorite mai realizzato.

La StART Art Fair si svolge presso la Saatchi Gallery (Duke of York’s HQ, King’s Road, London, SW3 4RY) tra il 12 e il 16 ottobre 2022.


Submit a Comment