Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes – Let's share beauty | April 19, 2024

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Roberto Ghezzi - THYBRIS il fiume eterno

Roberto Ghezzi – THYBRIS il fiume eterno

| On 21, Nov 2023

In mostra le Naturografie: stratificazioni visive, texture, umori cromatici e sedimentazioni materiche che costituiscono l’esito della simbiosi delle tele con l’ecosistema del Tevere.

di Redazione Art Vibes


Picture: Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio.


Alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma è visibile fino al 26 novembre 2023 la mostra Thybris. Il fiume eterno di Roberto Ghezzi, a cura di Cristian Porretta e Davide Silvioli, project manager Linda Simioli.

Il progetto è promosso dalla galleria d’arte FABER in partenariato scientifico con il Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale dell’Università Sapienza di Roma, ARPA Lazio, realizzato con la collaborazione de Il Giornale dell’Ambiente e il supporto di Phoresta ETS.

Per offrire una fruizione esaustiva dell’opera e della pratica dell’artista, l’esposizione delle opere, create nell’alveo del “fiume eterno”, è stata introdotta da un talk tra arte, scienza ed ecologia con un particolare approfondimento tecnico-scientifico elaborato dai soggetti accademici che hanno collaborato al progetto.

 

Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio
Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio

Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio
Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio

La mostra espone una selezione di lavori dalla serie delle Naturografie, opere che nascono dal contatto con le acque del Tevere, realizzate dall’artista a partire dal 2022 lungo il corso del fiume, dalla sorgente alla foce. La metodologia alla genesi di queste opere ha previsto l’immersione di grandi tele per un lungo periodo di tempo – circa un anno – nel letto del fiume, lasciando che le sue acque interagissero con i supporti.

Tale procedimento ha permesso alle superfici delle tele di riprodurre stratificazioni visive, texture, umori cromatici, sedimentazioni materiche che, a loro volta, costituiscono l’esito della simbiosi dei supporti con l’ecosistema del Tevere.

L’esposizione pone in rilievo quanto il modus operandi dell’autore sia passibile di una pluralità di letture, tutte ugualmente valide, ora di carattere artistico in merito al legame tra arte e paesaggio, ora filosofico relativamente alla sinergia tra uomo e natura, ora ecologico riguardo la conoscenza dell’ambiente.

Le Naturografie di Roberto Ghezzi possono quindi essere intraprese come oggetto di confronto interdisciplinare, in particolare con l’ambito scientifico. Conservano nella loro costituzione le proprietà biologiche e chimiche dell’habitat a fondamento della loro conformazione, corrispondendo così anche a potenziali riserve di informazioni relative a un luogo specifico in un dato arco di tempo.

 

Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio
Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio

Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio
Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio

Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio
Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio

Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio
Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio

Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio
Roberto Ghezzi. Thybris il fiume eterno, installation view, 2023. Ph. ©Gaetano Marcanio

Exhibition info: Roberto Ghezzi – THYBRIS il fiume eterno, a cura di Cristian Porretta e Davide Silvioli, project manager Linda Simioli. In partenariato scientifico con il Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile ed Ambientale dell’Università Sapienza di Roma e ARPA Lazio, realizzato con la collaborazione de Il Giornale dell’Ambiente e il supporto di Phoresta ETS.

When: visitabile fino al 26 novembre 2023.
Where: Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Roma.


Submit a Comment