Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes – Let's share beauty | July 19, 2024

Scroll to top

Top

Art
No Comments

teamLab Borderless: MORI Building DIGITAL ART MUSEUM. La nuova sede a Tokyo ad Azabudai Hills e le novità per il 2024

teamLab Borderless: MORI Building DIGITAL ART MUSEUM. La nuova sede a Tokyo ad Azabudai Hills e le novità per il 2024

| On 04, Dic 2023

Nuove installazioni di arte interattiva saranno protagoniste nella nuova sede di teamLab Borderless: Mori Building Digital Art Museum ad Azabudai Hills a Tokyo.

di Francesco Spaghi


Picture: teamLab, Bubble Universe: Physical Light, Bubbles of Light, Wobbling Light, and Environmental Light, 2023 (work in progress), Interactive Installation, LED, Endless, Sound: Hideaki Takahashi © teamLab, courtesy Pace Gallery.


Dopo 5 anni ad Odaiba, zona ultramoderna nella baia di Tokyo, teamLab Borderless: Mori Building Digital Art Museum trasferirà la sua sede ad inizio 2024 presso la nuova sede ad Azabudai Hills, nuovo distretto della metropoli giapponese, progettato dall’Heatherwick Studio e inaugurato proprio di recente.

La nuova sede punta a promuovere un ambiente molto simile ad un museo dove arte e cultura si intersecano in un unico luogo.

Bisognerà attendere l’inizio di Febbraio per poter visitare il nuovo spazio, ma intanto alcune installazioni che saranno protagoniste ad Azabudai Hills sono state svelate dal collettivo internazionale di creativi.

 

teamLab Borderless Highlight Video / チームラボボーダレス ティザー動画. video courtesy of: teamLab

 

La prima installazione si intitola Bubble Universe, ed è un’ incredibile opera interattiva composta da una miriade di sfere in grado di generare infiniti giochi di luce. All’interno delle sfere, una miscela di luci diverse contribuisce a creare un ambiente interconnesso in cui le singole sfere si influenzano a vicenda alterando l’illuminazione dell’ambiente.

Quando qualcuno si ferma vicino a una sfera, quella più vicina brilla intensamente ed emette un tono cromatico, trasmettendo luce alle sfere più prossime, generando così un originale e alternativo percorso di luce.

Questa opera d’arte interattiva, apparentemente casuale nella sua disposizione, presenta luci risonanti influenzate dalle interazioni delle persone. Mentre i visitatori interagiscono all’interno di questo spazio, le luci rispondono dinamicamente, creando un’interazione affascinante influenzata dalle loro relazioni e movimenti.

 

Flowers and People – Megalith Crystal Formation (work in progress). video courtesy of: teamLab

 

L’altra installazione si intitola Megalith Crystal Formation ed è suddivisa in due parti: Flowers and People; e Black Wave. Nella prima parte masse di vari elementi temporali e spaziali si collegano armoniosamente, i fiori ad esempio seguono un ciclo naturale: dalla fioritura fino all’appassimento. Quando le persone si muovono nello spazio, i fiori si disperdono, mentre quando rimangono ferme, i fiori sbocciano.

L’installazione è generata attraverso un software per computer che elabora immagini in real time, ergo un’ opera d’arte interattiva che cambia continuamente in relazione all’interazione dello spettatore, certificando lo stato transitorio ed effimero dell’esperienza, impossibile da ripetere, data la sua unicità.

 

Black Waves – Megalith Crystal Formation (work in progress). video courtesy of: teamLab

 

La seconda parte illustra vari elementi temporali e spaziali che coesistono seguendo un ordine casuale, ma rimangono tra loro interconnessi, un’opera che enfatizza l’interconnessione degli oceani e delle onde in tutto il mondo, simboleggiando l’essenza della vita. Le onde incarnano l’energia e la vitalità della vita, appaiono vive mentre sorgono e scompaiono, per poi fondersi e rigenerarsi attraverso l’acqua.

Tali onde vengono generate attraverso l’impiego di simulazioni di particelle d’acqua nello spazio 3D dando origine al cosiddetto spazio ultrasoggettivo, uno spazio che libera lo spettatore da prospettive fisse, offrendo una connessione armoniosa tra lo spazio in cui si muove e l’opera d’arte stessa.

 

Entrance, teamLab Borderless: MORI Building DIGITAL ART MUSEUM, Tokyo © teamLab
Entrance, teamLab Borderless: MORI Building DIGITAL ART MUSEUM, Tokyo © teamLab

teamLab, Bubble Universe: Physical Light, Bubbles of Light, Wobbling Light, and Environmental Light, 2023 (work in progress), Interactive Installation, LED, Endless, Sound: Hideaki Takahashi © teamLab, courtesy Pace Gallery.
teamLab, Bubble Universe: Physical Light, Bubbles of Light, Wobbling Light, and Environmental Light, 2023 (work in progress), Interactive Installation, LED, Endless, Sound: Hideaki Takahashi © teamLab, courtesy Pace Gallery.

teamLab, Bubble Universe: Physical Light, Bubbles of Light, Wobbling Light, and Environmental Light, 2023 (work in progress), Interactive Installation, LED, Endless, Sound: Hideaki Takahashi © teamLab, courtesy Pace Gallery.
teamLab, Bubble Universe: Physical Light, Bubbles of Light, Wobbling Light, and Environmental Light, 2023 (work in progress), Interactive Installation, LED, Endless, Sound: Hideaki Takahashi © teamLab, courtesy Pace Gallery.

teamLab, Bubble Universe: Physical Light, Bubbles of Light, Wobbling Light, and Environmental Light, 2023 (work in progress), Interactive Installation, LED, Endless, Sound: Hideaki Takahashi © teamLab, courtesy Pace Gallery.
teamLab, Bubble Universe: Physical Light, Bubbles of Light, Wobbling Light, and Environmental Light, 2023 (work in progress), Interactive Installation, LED, Endless, Sound: Hideaki Takahashi © teamLab, courtesy Pace Gallery.

teamLab, Black Waves - Megalith Crystal Formation (work in progress), 2023 (work in progress), Digital Installation, Sound: Hideaki Takahashi © teamLab, courtesy Pace Gallery
teamLab, Black Waves – Megalith Crystal Formation (work in progress), 2023 (work in progress), Digital Installation, Sound: Hideaki Takahashi © teamLab, courtesy Pace Gallery

– website: teamlab.art


Submit a Comment