Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes – Let's share beauty | July 19, 2024

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Tavares Strachan - “The First Supper”

Tavares Strachan – “The First Supper”

| On 08, Feb 2024

L’installazione scultorea di Tavares Strachan nel cortile della Royal Academy of Arts di Londra riflette sul significato storico e culturale del cibo e proietta significati sul piano spirituale, filosofico e ideologico.


di Francesco Spaghi


Picture: Installation view of the ‘Entangled Pasts, 1768–now. Art, Colonialism and Change’ at the Royal Academy of Arts, London (3 February – 28 April 2024), showing Tavares Strachan, The First Supper (Galaxy Black), 2023. Courtesy of the artist and Perrotin, collection of Glenstone Museum, Potomac, Maryland. Photo by Jonty Wilde.


E’ stata inaugurata qualche giorno fa nel cortile Annenberg della Royal Academy of Arts di Londra l’installazione intitolata “The First Supper” (“La prima cena“), 2021-23, una nuova importante scultura dell’acclamato artista interdisciplinare Tavares Strachan (nato nel 1979, Nassau, Bahamas).

L’opera, parte integrante della mostra Entangled Pasts, 1768-now: Art, Colonialism and Change, è stata costruita meticolosamente nel corso di quattro anni, e mostra tutto l’interesse dell’artista per le idee di visibilità e invisibilità, materializzando il suo impegno nei confronti di individui e comunità le cui storie sono state trascurate o dimenticate.

The First Supper” rappresenta ciò che Strachan descrive come un incontro utopico che riunisce figure storicamente significative del continente africano e delle sue diaspore, accompagnato da un tilacino o tigre della Tasmania e da un ritratto dell’artista.

Comprende ritratti scultorei del combattente della resistenza Zumbi Dos Palmares; l’infermiera Mary Seacole; gli attivisti Harriet Tubman, Marcus Garvey e Marsha P. Johnson; l’esploratore Matthew Henson; l’astronauta Robert Henry Lawrence; il politico Shirley Chisholm; L’imperatore Haile Selassie; i musicisti Sorella Rosetta Tharpe e King Tubby; e il poeta Sir Derek Alton Walcott. Sebbene alcune delle figure attorno al tavolo siano ben note, altre invece sono state dimenticate e poco approfondite.

 

Installation view of the ‘Entangled Pasts, 1768–now. Art, Colonialism and Change’ at the Royal Academy of Arts, London (3 February - 28 April 2024), showing Tavares Strachan, The First Supper (Galaxy Black), 2023. Courtesy of the artist and Perrotin, collection of Glenstone Museum, Potomac, Maryland. Photo by Jonty Wilde
Installation view of the ‘Entangled Pasts, 1768–now. Art, Colonialism and Change’ at the Royal Academy of Arts, London (3 February – 28 April 2024), showing Tavares Strachan, The First Supper (Galaxy Black), 2023. Courtesy of the artist and Perrotin, collection of Glenstone Museum, Potomac, Maryland. Photo by Jonty Wilde

The First Supper” è una celebrazione della commensalità, un inno all’atto del mangiare insieme. Emerge dall’opera la centralità del ruolo dei pasti nel forgiare e sostenere le relazioni sociali, con Strachan che descrive la condivisione del cibo e la conversazione come “parte del tessuto dell’esperienza umana”. I cibi specifici rappresentati in “The First Supper” indicano anche prospettive spirituali, filosofiche e ideologiche più ampie che caratterizzano la scultura.

Sparsi sul tavolo ci sono oggetti come riso africano, albero del pane, pesce gatto, pollo, cacao, crema pasticciera e soursop. Questi cibi consumati nei Caraibi sono stati fatti risalire alle influenze indigene e africane, insieme alle storie di schiavitù e servitù a contratto. Ad esempio, gli schiavi che trasportavano riso africano hanno svolto un ruolo cruciale nell’espansione della coltivazione del riso nelle Americhe durante la tratta degli schiavi nell’Atlantico. Queste citazioni sottili ma al contempo critiche, arricchiscono l’opera, offrendole la possibilità di affrontare questioni più ampie, dal trasferimento tecnologico, alla conoscenza indigena, fino all’azione.

L’uso da parte di Strachan del bronzo fuso impreziosito da una patina dorata fa riferimento alle culture materiali e alle reti commerciali in Africa. Alcune delle prime e più complete opere in bronzo rinvenute in Africa risalgono al X secolo e costituiscono i primi esempi di tecniche di fusione a cera persa nella produzione di sculture in bronzo.

Alcune figure e dettagli sono impreziosite dalla foglia oro, materiale che vanta un importante carico culturale. Come osserva Strachan, “l’oro è una delle risorse naturali più abbondanti dell’Africa e ha indiscutibilmente modellato la sua storia e la sua gente nel corso del tempo”. L’Africa occidentale fu anche uno dei principali esportatori mondiali di oro durante il Medioevo, ma nel XV secolo il materiale attirò anche gli europei verso la “Costa d’Oro”.

 

Installation view of the ‘Entangled Pasts, 1768–now. Art, Colonialism and Change’ at the Royal Academy of Arts, London (3 February - 28 April 2024), showing Tavares Strachan, The First Supper (Galaxy Black), 2023. Courtesy of the artist and Perrotin, collection of Glenstone Museum, Potomac, Maryland. Photo by Jonty Wilde
Installation view of the ‘Entangled Pasts, 1768–now. Art, Colonialism and Change’ at the Royal Academy of Arts, London (3 February – 28 April 2024), showing Tavares Strachan, The First Supper (Galaxy Black), 2023. Courtesy of the artist and Perrotin, collection of Glenstone Museum, Potomac, Maryland. Photo by Jonty Wilde

La mostra “Entangled Pasts, 1768-now: Art, Colonialism and Change“, di cui “The First Supper” fa parte, esplora l’arte e il suo ruolo nel plasmare in Gran Bretagna le narrazioni sull’impero, la schiavitù, il contratto, la resistenza e l’abolizione. L’installazione riconosce tutte queste storie complesse e al contempo punta al futuro, a storie non scritte, a conversazioni che dovranno ancora avere luogo.

 

Tavares Strachan – Note biografiche

Tavares Strachan (nato nel 1979, Nassau, Bahamas) ha conseguito un BFA in Vetro presso la Rhode Island School of Design nel 2003 e un MFA in Scultura presso la Yale University nel 2006. Strachan incarna lo spirito migratorio, interculturale, multidisciplinare e aperto.

I suoi progetti sono realizzati in collaborazione con specialisti e organizzazioni che coprono un ampio spettro di campi. Attinge sia alle risorse che alla comunità della sua città natale, dividendo il suo tempo tra New York e Nassau alle Bahamas, dove ha fondato lo studio d’arte e la piattaforma di ricerca scientifica B.A.S.E.C. (Bahamas Aerospace and Sea Exploration Center) e OKU, un progetto comunitario senza fini di lucro che comprende una residenza per artisti e spazi espositivi, un programma di borse di studio e programmi creativi legati al doposcuola.

Nel 2022, Strachan ha ricevuto un MacArthur “Genius Grant, riconoscimento assegnato a individui di talento straordinario che hanno dimostrato originalità e dedizione nelle loro attività creative.

 

Installation view of the ‘Entangled Pasts, 1768–now. Art, Colonialism and Change’ at the Royal Academy of Arts, London (3 February - 28 April 2024), showing Tavares Strachan, The First Supper (Galaxy Black), 2023. Courtesy of the artist and Perrotin, collection of Glenstone Museum, Potomac, Maryland. Photo by Jonty Wilde
Installation view of the ‘Entangled Pasts, 1768–now. Art, Colonialism and Change’ at the Royal Academy of Arts, London (3 February – 28 April 2024), showing Tavares Strachan, The First Supper (Galaxy Black), 2023. Courtesy of the artist and Perrotin, collection of Glenstone Museum, Potomac, Maryland. Photo by Jonty Wilde

Installation view of the ‘Entangled Pasts, 1768–now. Art, Colonialism and Change’ at the Royal Academy of Arts, London (3 February - 28 April 2024), showing Tavares Strachan, The First Supper (Galaxy Black), 2023. Courtesy of the artist and Perrotin, collection of Glenstone Museum, Potomac, Maryland. Photo by Jonty Wilde
Installation view of the ‘Entangled Pasts, 1768–now. Art, Colonialism and Change’ at the Royal Academy of Arts, London (3 February – 28 April 2024), showing Tavares Strachan, The First Supper (Galaxy Black), 2023. Courtesy of the artist and Perrotin, collection of Glenstone Museum, Potomac, Maryland. Photo by Jonty Wilde

Installation view of the ‘Entangled Pasts, 1768–now. Art, Colonialism and Change’ at the Royal Academy of Arts, London (3 February - 28 April 2024), showing Tavares Strachan, The First Supper (Galaxy Black), 2023. Courtesy of the artist and Perrotin, collection of Glenstone Museum, Potomac, Maryland. Photo by Jonty Wilde
Installation view of the ‘Entangled Pasts, 1768–now. Art, Colonialism and Change’ at the Royal Academy of Arts, London (3 February – 28 April 2024), showing Tavares Strachan, The First Supper (Galaxy Black), 2023. Courtesy of the artist and Perrotin, collection of Glenstone Museum, Potomac, Maryland. Photo by Jonty Wilde

Installation view of the ‘Entangled Pasts, 1768–now. Art, Colonialism and Change’ at the Royal Academy of Arts, London (3 February - 28 April 2024), showing Tavares Strachan, The First Supper (Galaxy Black), 2023. Courtesy of the artist and Perrotin, collection of Glenstone Museum, Potomac, Maryland. Photo by Jonty Wilde
Installation view of the ‘Entangled Pasts, 1768–now. Art, Colonialism and Change’ at the Royal Academy of Arts, London (3 February – 28 April 2024), showing Tavares Strachan, The First Supper (Galaxy Black), 2023. Courtesy of the artist and Perrotin, collection of Glenstone Museum, Potomac, Maryland. Photo by Jonty Wilde

Exhibition info: Tavares Strachan – “The First Supper

When: 3 febbraio – 28 aprile 2024
Where: Annenberg Courtyard, Royal Academy of Arts, Londra.


– website: royalacademy.org.uk


Submit a Comment