Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes – Let's share beauty | June 20, 2024

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Michael Heizer - "CITY 1970 - 2022"

Michael Heizer – “CITY 1970 – 2022”

| On 26, Ago 2022

L’opera d’arte più grande al mondo presto sarà visibile a tutti pubblicamente. Un’installazione nel deserto del Nevada, un complesso cerimoniale che attingendo dal passato si proietta verso i fasti di una moderna città.

di Redazione Art Vibes


Picture: Michael Heizer – CITY. 45°, 90°, 180°, City © Michael Heizer. Courtesy of Triple Aught Foundation. Photo: Ben Blackwell.


La Triple Aught Foundation, l’organizzazione no-profit responsabile della gestione della supervisione e della manutenzione a lungo termine dell’immensa scultura di Michael Heizer, City, ha annunciato in questi giorni che la vasta opera d’arte a cielo aperto inizierà ad accettare visite del pubblico, solo su prenotazione anticipata, a partire dal 2 settembre 2022. Le visite saranno limitate per il primo anno di attività.

Un’opera d’arte di dimensioni e ambizioni straordinarie, la City da eterna work in progress si è trasformata in realtà tangibile. Più di mezzo secolo in divenire, una scala temporale suggestiva delle culture immemorabili che l’hanno ispirata, la città risulta essere monumentale come un antico complesso precolombiano o come le strutture cerimoniali egiziane.

Appare intransigente come l’alto deserto del Nevada, si compone di cumuli sagomati e depressioni fatte di terra compattata, roccia e cemento, il tutto per una lunghezza pari a più di un miglio e mezzo e una larghezza che raggiunge il mezzo miglio, un’installazione che caratterizza al meglio il monumentale deserto della provincia del Basin and Range in Nevada.

 

Michael Heizer - CITY.  45°, 90°, 180°, City. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Joe Rome
Michael Heizer – CITY. 45°, 90°, 180°, City. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Joe Rome

Michael Heizer è noto per la produzione di grandi sculture di terrapieni all’aperto e per il suo lavoro con roccia, cemento e acciaio, un approccio che si è concretizzato sia all’esterno che all’interno di musei e gallerie.

La costruzione della City ebbe inizio negli anni ’70, un continuum del lavoro realizzato in Occidente (dove era nato), iniziato con il negativo North and South nelle Sierras (1967), e anticipando l’epocale Double Negative a Mormon Mesa (1969).

Acquisendo remoti appezzamenti di proprietà nel corso dei decenni, consolidandoli nel luogo ideale per la sua scultura e utilizzando materiali estratti dalla terra stessa, Heizer ha unito i suoi interessi in forme non abitate, mescolando le tradizioni costruttive dei nativi americani, le influenze architettoniche precolombiane e i suoi studi di costruzione egiziana, con la sua singolare capacità di lavorare con immense variazioni di scala, prospettiva e punti di vista. Il risultato è un traguardo complesso e mozzafiato, un complesso cerimoniale che attingendo dal passato si proietta verso i fasti di una moderna città.

Descrivendo la City, il critico d’arte Dave Hickey ha scritto: “Avvicinandosi al taglio a piedi da nord o da sud, gli elementi di un paesaggio urbano sembrano salire o scendere dall’interno dello scavo che taglia piatto nella cresta in aumento… Mentre si sale a guardare, gli interventi culturali di Heizer aprono lo spazio. Le strade, le cupole e le fosse all’interno dello scavo sono elegantemente frenate in lunghe e tranquille curve sumere. Ristabiliscono il nostro senso di distanza e di scala, così la complessità di City si rivela come un grazioso intervento nel deserto… composto e completo”.

 

Michael Heizer - CITY. Complex One, City. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Mary Converse
Michael Heizer – CITY. Complex One, City. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Mary Converse

La costruzione della città è stata originariamente finanziata dallo stesso Heizer, in seguito si sono unite nell’intento individui e istituzioni tra cui Virginia Dwan, Dia Art Foundation, Los Angeles County Museum of Art e Lannan Foundation. La Fondazione Triple Aught, fondata nel 1998 per aiutare a completare l’opera, possiede e gestisce la città ed è incaricata della sua conservazione a lungo termine.

Una coalizione di istituzioni negli Stati Uniti si è unita per garantire la sostenibilità finanziaria e operativa della città. Queste istituzioni sono il Crystal Bridges Museum of American Art (Bentonville, Arkansas), il Glenstone Museum (Potomac, Maryland), il Los Angeles County Museum of Art (Los Angeles, California) e il Museum of Modern Art (New York, New York) .

Virginia Dwan, membro del consiglio di amministrazione della Triple Aught Foundation e rinomata gallerista, ha dichiarato: “Michael Heizer è uno dei più grandi innovatori del nostro tempo e credo ancora oggi a ciò che pensavo quando Heizer fondò la City, che quest’opera richiedeva di essere costruita. È straordinario che abbia completato una delle opere più importanti di questo secolo”.

Il membro del consiglio della Triple Aught Foundation Michael Govan, CEO e Wallis Annenberg Direttore del Los Angeles County Museum of Art, hanno dichiarato: “Nel corso degli anni ho paragonato il progetto City di Michael Heizer ad alcuni dei più importanti monumenti e città antiche. Ma ora lo paragono solo a se stesso. È un’opera d’arte consapevole dei nostri impulsi primordiali di costruire e organizzare lo spazio, ma incorpora la nostra modernità, la nostra consapevolezza e riflessione sulla soggettività della nostra esperienza umana del tempo e dello spazio, così come le molte storie di civiltà che abbiamo costruito. Lavorare con Michael Heizer per più di 25 anni per aiutarlo a realizzare il suo progetto City è stata una delle esperienze più importanti della mia vita e del mio lavoro

 

Michael Heizer - CITY. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Ben Blackwell
Michael Heizer – CITY. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Ben Blackwell


Michael Heizer - CITY. Complex One and Complex Two, City. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Joe Rome
Michael Heizer – CITY. Complex One and Complex Two, City. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Joe Rome

Michael Heizer - CITY. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Joe Rome
Michael Heizer – CITY. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Joe Rome

Michael Heizer - CITY. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Joe Rome
Michael Heizer – CITY. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Joe Rome

Michael Heizer - CITY. Complex Two, City. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Joe Rome
Michael Heizer – CITY. Complex Two, City. © Michael Heizer. Courtesy Triple Aught Foundation. Photo: Joe Rome

– website: tripleaughtfoundation.org


Submit a Comment