Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes – Let's share beauty | June 24, 2024

Scroll to top

Top

Art
No Comments

La Polizia di Londra irrompe al Laz Emporium: una scultura di Mark Jenkins scambiata per una donna morta

La Polizia di Londra irrompe al Laz Emporium: una scultura di Mark Jenkins scambiata per una donna morta

| On 14, Dic 2022

L’arte contemporanea che va “oltre la provocazione”: curioso episodio al Laz Emporium, la galleria d’arte di proprietà dell’ex agente di Banksy, Steve Lazarides.

di Redazione Art Vibes


Picture: images courtesy of: Laz Emporium.


Alla fine del mese scorso, la polizia metropolitana di Londra ricevette una telefonata in cui si segnalava la presenza di una donna seduta a faccia in giù priva di sensi all’interno del Laz Emporium, la galleria d’arte di proprietà dell’ex agente di Banksy, Steve Lazarides.

Hannah Blakemore, la gallerista che aveva lavorato quel giorno, aveva chiuso il negozio ed era salita per prepararsi una tazza di tè, quando all’improvviso scese e vide la porta d’ingresso scardinata con due poliziotti che la fissavano confusi.

La donna svenuta era solo un manichino, o meglio una scultura di Mark Jenkins, artista rinomato per le sue bizzarre installazioni urbane: era stato lo stesso Lazarides ad incaricare Jenkins a creare Krisitna, uno strano ritratto di sua sorella che una volta era svenuta con il naso in una scodella di zuppa.

Non è la prima volta che Kristina suscita clamore. A ottobre, la scultura era stata esposta all’evento di interior design londinese Decorex, e in quell’occasione erano stati chiamati anche i paramedici. “L’obiettivo è provocare eil risultato è stato raggiunto“, ha detto Blakemore alla polizia quando gli è stato chiesto perché mai avessero esposto un tale lavoro in mostra.

Blakemore, scioccata dalla scena tanto quanto la polizia, ha rivelato ad Artnet News che “qualcuno ha riferito che la donna non si era mossa nelle ultime due ore“, dunque gli agenti hanno presunto che la donna poteva essere rimasta vittima di “un attacco di cuore o di un’overdose“.

 

– via: instagram.com/lazemporium


Submit a Comment