Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | February 21, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Domenico Goi - #Vision 7

Domenico Goi – #Vision 7 Domenico Goi - Nettuno Domenico Goi - Untitled

| On 07, Mar 2014

Il collage come riordino di frammenti. La rinascita della figura con lo scopo di dare una sensazione visiva e percettiva di leggerezza.

di Domenico Goi

Sono mancino, la maestra elementare (suora) mi insegnò a scrivere la mano di Dio, cioè la destra.

E’ passato qualche anno ma l’emisfero destro continua ad essere presente e talvolta dirompente.

Mi sono avvicinato al collage quasi per caso, talvolta penso per destino; ora lo utilizzo come una droga della quale non si può fare a meno, molte volte trascuro di incollare con cura, il mio foglio si riempie di bolle, ma la smania di andare avanti mi fa trascurare la precisione.

Quello che vedo socchiudendo gli occhi è una forma utile già ancor prima di iniziare a ritagliare.

Non mi piace dar vita ad una immagine semplicemente aggiungendo un pezzetto dopo l’altro, preferisco che l’occhio si costruisca da solo l’immagine d’insieme utilizzando quello che io incollo.

Un naso fatto con due gambe accavallate, un occhio da uno specchio tondo, un uccello che per piume ha un volto femminile, tutto questo si ricompone infine ed è l’occhio di chi guarda a farlo.


Domenico Goi - Molti ci hanno visto un muro

IMAGES COURTESY OF DOMENICO GOI
IMAGES COURTESY OF DOMENICO GOI



Quindi ciò che voglio trasmettere è l’inganno dell’ immagine, una sorta di ginnastica mentale che permetta di leggere e di riclassificare tutto in elementi e forme note.

Penso che il collage sia un’arte pittorica, semplicemente il colore è già steso e solidificato su un foglio, quindi io lo riverso in opera utilizzando la forbice anzichè il pennello. I toni, le sfumature, c’è tutto, soltanto disposto alla rinfusa all’interno di giornali, riviste, pubblicità.
Tutto il resto è piacere personale. Prediligo il figurativo anche perchè temo i tranelli del vuoto assoluto all’interno di un astratto; ma ovvio è solo questione mia.

Domenico Goi

– Facebook: Facebook Domenico Goi

 

Note Bibliografiche

Nato il 23.12.1955, ultimo di 10 figli provengo da una famiglia profondamente cattolica. In virtù di tale fatto, e forse per sfoltire il gruppo, sono stato indirizzato a studi religiosi da bambino: ho frequentato il seminario fino all’età di 14 anni.
Successivamente ho dovuto intraprendere un lungo cammino di redenzione che mi ha condotto al matrimonio e alla paternità di due bellissimi (merito della moglie) ed ora grandissimi figli. Ho vissuto due anni in Africa, precisamente in MALI agli inizi degli anni ottanta quando l’azienda paterna fece definitivamente naufragio, ottima esperienza che rimpiango ancor più ora vedendo come sia dilaniato quel Paese.
Ho tre passioni che elenco in ordine cronologico di partenza: il giardinaggio, il podismo (da runner) ed il collage.
Mi sento meglio ora piuttosto che vent’anni fa e così spero continui.


Submit a Comment