Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes – Let's share beauty | April 23, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

Pavement drawings

Pavement drawings Julian Beever - Meeting Mr.frog Julian Beever - Self-Portrait Of The Artist Julian Beever - Drawing of a Rescue was to be viewed using an inverting mirror. Julian Beever - Are You getting enough, Belfast Julian Beever - Snail

| On 12, Ott 2013

Le opere anamorfiche di Julian Beever lasciano i passanti senza fiato.

di Redazione Art Vibes


Julian Beever sorprende con i suoi originali street painting in 3D, dipinti che vengono realizzati con l’uso di una particolare proiezione chiamata anamorfosi, l’illusione ottica per cui un immagine viene proiettata sul piano in modo distorto, rendendo il soggetto originale riconoscibile solamente guardando l’immagine da una posizione precisa.
Le sue opere anamorfiche sfidano le leggi della prospettiva creando effetti sensazionali.


La vena creativa di Julian è nata per caso negli anni ’90. Osservando da vicino la rimozione di un giardino, Beever ha notato un rettangolo di ferro rimasto inutilizzato, abbandonato a se stesso. Colto da ispirazione creativa ha disegnato una piscina proprio in mezzo alla strada e ha intuito che poteva risultare interessante far saltare i disegni fuori da una superficie creando un’ illusione prospettica strabiliante.
 

Un illusionista che trasforma le sue pitture in vere e proprie opere d’arte.

How the “Pavement Picasso” Does It – Video courtesy of: pavementpicasso

In questo video l’artista viene ripreso durante la creazione di una delle sue opere, a scopo pubblicitario. In questi frame si riescono a intravedere alcuni dei suoi trucchi scenici, ad esempio, riuscire a lavorare al centro delle sue opere senza mai calpestare le porzioni già colorate.
Sebbene la tecnica dell’anamorfismo fosse già in auge durante il periodo Rinascimentale, ora è stata riadattata in contesti come marciapiedi e pareti di edifici con lo scopo di portare l’arte al passo con le persone.

Images from: julianbeever.net


Submit a Comment