Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes – Let's share beauty | April 23, 2024

Scroll to top

Top

No Comments

BURTYNSKY: Extraction/Abstraction

BURTYNSKY: Extraction/Abstraction

| On 09, Feb 2024

Saatchi Gallery, Londra: immagini straordinarie che esplorano l’impatto dell’umanità sul pianeta e invitano gli spettatori a considerare la sostenibilità come valore fondante per il futuro.


di Francesco Spaghi


Picture: Thjorsá River #1, Iceland, 2012. photo © Edward Burtynsky, courtesy Flowers Gallery, London.


Apre al pubblico dal 14 febbraio 2024 presso la Saatchi Gallery la mostra BURTYNSKY: Extraction/Abstraction, la più grande esposizione mai allestita negli oltre 40 anni di carriera dell’artista fotografico di fama mondiale, Edward Burtynsky, autore che ha dedicato la sua pratica a testimoniare l’impatto dell’industria umana sull’ambiente.

Curata da Marc Mayer, ex direttore della Galleria Nazionale del Canada e del Musée d’art contemporain de Montréal, la mostra presenterà 94 fotografie di grande formato di Burtynsky, 13 murales ad alta risoluzione e un’esperienza di realtà aumentata (AR).

Un elemento mai visto prima in questa mostra, denominato “Archivio di processo”, mostrerà anche la navigazione di Burtynsky attraverso ciascuno dei cambiamenti tecnologici che hanno investito il mezzo fotografico nel corso degli ultimi decenni. La mostra sarà rivelatrice della lunga osservazione di Burtynsky dell’umanità immersa nel mondo naturale e delle conseguenze ambientali causate dai processi industriali.

 

BURTYNSKY: Extraction/Abstraction, Steidl Book Cover
BURTYNSKY: Extraction/Abstraction, Steidl Book Cover

Occupando due piani dell’iconica Saatchi Gallery di Londra, questa grande mostra sarà organizzata in cinque sezioni principali: Astrazione, Agricoltura, Estrazione, Produzione e Industria e Rifiuti.

Il plus della mostra sarà costituito da “In the Wake of Progress”, un’esperienza multimediale di 22 minuti, coprodotta dal leggendario produttore musicale Bob Ezrin (noto per il suo lavoro con i Pink Floyd, Andrea Bocelli, Peter Gabriel, Taylor Swift e molti altri), che immergerà il pubblico nella storia dell’impatto dell’industria umana sulla Terra, attraverso la combinazione delle fotografie e dei filmati più potenti della carriera di Burtynsky, sullo sfondo di un’avvincente colonna sonora originale pluripremiata.

La narrazione proposta esorta a ripensare la nostra eredità e a cercare un futuro più sostenibile: attraverso una profonda comprensione storica relativa alla creazione di immagini e una padronanza del mezzo fotografico, Burtynsky invita gli spettatori a guardare luoghi che esistono al di là della nostra esperienza comune, luoghi che soddisfano i nostri desideri e bisogni nel presente mentre determinano il futuro del nostro habitat.

Insieme alla seria preoccupazione ecologica che guida il processo creativo di Burtynsky c’è un’esplorazione altrettanto avvincente dei segni stranamente belli che l’industria lascia sulla tela della Terra.

 

Salinas #2, Cádiz, Spain, 2013. photo © Edward Burtynsky, courtesy Flowers Gallery, London
Salinas #2, Cádiz, Spain, 2013. photo © Edward Burtynsky, courtesy Flowers Gallery, London

La mostra mette dunque inoltre in risalto le organizzazioni locali e nazionali che stanno apportando contributi nei settori della sostenibilità, della perdita di biodiversità, della conservazione e del cambiamento climatico.

I visitatori potranno altresì anche dare un contributo alla mostra lasciando un messaggio di speranza per un futuro sostenibile.

 

Dichiarazioni

Edward Burtynsky: “Ho passato più di 40 anni a testimoniare i modi in cui la civiltà moderna ha trasformato radicalmente il nostro pianeta. In questo momento, la consapevolezza di questi problemi presentati dalle mie immagini di grande formato non è mai stata così urgente. Sono grato di allestire la più grande mostra della mia carriera alla Saatchi Gallery di Londra, nel Regno Unito, e spero che l’esperienza espositiva continui a fornire punti di svolta per diverse conversazioni su questi temi e ci porti tutti verso un luogo di azione positiva”.

Marc Mayer, curatore della mostra: “Con ironia pungente e incrollabile maestria tecnica, le immagini di Burtynsky affrontano il nostro compiacimento, turbano la nostra arroganza, e lusingano la nostra sempre più devastata biosfera”.

Paul Foster, direttore della Saatchi Gallery: “Questa è una mostra che ci ricorda quanto sia bello il nostro pianeta. Burtynsky ha persino catturato il modo in cui la bellezza rimane evidente nei modi in cui gli esseri umani ne hanno sfruttato le risorse per i propri fini. Tuttavia, queste immagini sono anche un campanello d’allarme affinché l’umanità cambi i suoi modi o si abitui ad affrontare un futuro precario e incerto”.

 

Uralkali Potash Mine #1, Berezniki, Russia, 2017. photo © Edward Burtynsky, courtesy Flowers Gallery, London.
Uralkali Potash Mine #1, Berezniki, Russia, 2017. photo © Edward Burtynsky, courtesy Flowers Gallery, London.

Burtynsky with Jim Panou in Agbogbloshie Recycling Yard, Accra, Ghana, 2017. Photograph by Nathan Otoo, courtesy of the Studio of Edward Burtynsky.
Burtynsky with Jim Panou in Agbogbloshie Recycling Yard, Accra, Ghana, 2017. Photograph by Nathan Otoo, courtesy of the Studio of Edward Burtynsky.

Nickel Tailings #34, Sudbury, Ontario, Canada, 1996. photo © Edward Burtynsky, courtesy Flowers Gallery, London.
Nickel Tailings #34, Sudbury, Ontario, Canada, 1996. photo © Edward Burtynsky, courtesy Flowers Gallery, London.

Burtynsky with Tom Comet in Port Renfrew, BC, Canada, 2017. Photograph by TJ Watt, courtesy of the Studio of Edward Burtynsky.
Burtynsky with Tom Comet in Port Renfrew, BC, Canada, 2017. Photograph by TJ Watt, courtesy of the Studio of Edward Burtynsky.

Tailings Pond #2, Wesselton Diamond Mine, Kimberley, Northern Cape, South Africa, 2018. photo © Edward Burtynsky, courtesy Flowers Gallery, London
Tailings Pond #2, Wesselton Diamond Mine, Kimberley, Northern Cape, South Africa, 2018. photo © Edward Burtynsky, courtesy Flowers Gallery, London

Oil Bunkering #9, Niger Delta, Nigeria, 2016. photo © Edward Burtynsky, courtesy Flowers Gallery, London
Oil Bunkering #9, Niger Delta, Nigeria, 2016. photo © Edward Burtynsky, courtesy Flowers Gallery, London

Exhibition info: BURTYNSKY: Extraction/Abstraction, a cura di Marc Mayer.

When: 14 febbraio – 6 maggio 2024.
Where: Saatchi Gallery, Duke of York’s HQ, King’s Rd, Chelsea, London SW3 4RY.


– website: saatchigallery.com


Submit a Comment