Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | July 17, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Giulio Bonivento, La vita sottile - Vincitore 9° Portfolio dello Strega

Giulio Bonivento, La vita sottile – Vincitore 9° Portfolio dello Strega

| On 04, Lug 2018

Giulio Bonivento con “La vita sottile” e Pietro Sorano con “Il mio nome non è Alzheimer” sono i vincitori della terza tappa di “Portfolio Italia 2018 – Gran Premio LUMIX”.

di Redazione Art Vibes


Picture: ©Giulio Bonivento – La vita sottile.


La FIAFFederazione Italiana Associazioni Fotografiche ha annunciato i vincitori del «9° Portfolio dello Strega», terza tappa di “Portfolio Italia 2018Gran Premio LUMIX” che si è tenuta a Sassoferrato (AN) il 31 giugno e il 1 luglio all’interno della più ampia manifestazione “9° FacePhotoNews”. Ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento sono stati i fotografi Giulio Bonivento con “La vita sottile” e Pietro Sorano con “Il mio nome non è Alzheimer“.

Giulio Bonivento, fotografo di Trieste che ha presentato un Portfolio composto da 14 foto in bianco & nero realizzate nel 2018, con il progetto “La vita sottile” ha vinto il primo premio ed è stato premiato con la seguente motivazione: “Con una calligrafia dai tratti violenti si narra, con un bianco e nero fotografico profondamente lirico, il dramma esistenziale di due superstiti ad una persecuzione etnica che ha trasformato le cose in simulacro e condotto la loro vita verso la più abissale perdita di senso”.

Il mio nome non è Alzheimer” di Pietro Sorano, fotografo di Modena che ha presentato un Portfolio composto da 14 immagini a colori realizzate nel 2018, è il progetto che si è classificato al secondo posto ed è stato premiato con la seguente motivazione: “Per il rigore e la coerenza formale nelle fasi di progettazione del lavoro, che intende restituire identità, umanità e dignità a ciascuno dei soggetti ritratti attraverso la reazione innescata dal meccanismo del ricordo. Ogni fotografia è il ritratto di un istante di consapevolezza riacquisita, e la serialità esalta l’emozione e l’espressività individuali nel pieno rispetto del malato di Alzheimer”.

 

Giulio Bonivento - La vita sottile
©Giulio Bonivento – La vita sottile

 

Giulio Bonivento

Appassionato fotografo fin da ragazzo, ha prediletto da sempre la visione fotografica in bianco e nero.
La formazione artistica, da autodidatta, risale alla fine degli anni sessanta, sulle tracce della “concerned photography“ americana, di cui ha sempre apprezzato l’impegno sociale.

Risalgono a quegli anni i suoi primi lavori, sul disagio e grandiosità delle periferie, sull’occupazione studentesca dell’Università di Trieste, sui luoghi pubblici di aggregazione sociale, sul Carso Triestino. Con l’ìinizio del lavoro l’impegno fotografico si è molto diluito, limitandosi alle foto di famiglia e di viaggio. Dieci anni fa, una volta stabilizzati i doveri primari della famiglia, ha ripreso a fotografare, riprendendo in primis gli stessi temi degli inizi.

Nel 2011 è entrato nel mondo FIAF ed ha esposto a Bibbiena il portfolio “Porto Vecchio“. Da allora il gusto e la tecnica fotografici si sono sviluppati attraverso numerosi Workshop formativi, che lo hanno portato, nel 2016, a conquistare il secondo posto al 14° TriestePhotoFestival, e venir ammesso alla finale di Portfolio Italia 2016.
Da allora ha continuato a produrre portfolio in Bianco Nero, ed esporre con cadenza annuale in gallerie pubbliche e private, sia con mostre personali, sia collettive.

 

Giulio Bonivento - La vita sottile
Giulio Bonivento – La vita sottile

Giulio Bonivento - La vita sottile
Giulio Bonivento – La vita sottile

 

Pietro Sorano

Nato a San Giovanni Rotondo (FG) – il 05/12/1977. La passione per la fotografia nasce nel 2011 quando inizia a cimentarsi nella creazione di videoclip musicali utilizzando la tecnica dello stop-motion. Dopo aver frequentato un corso base e diversi workshop, si iscrive a FIAF. Ha ampliato la sua conoscenza in campo fotografico prevalentemente da autodidatta scoprendo e studiando le immagini dei grandi Autori (in particolar modo Mario Giacomelli).

 

Pietro Sorano - Il mio nome non è Alzheimer
©Pietro Sorano – Il mio nome non è Alzheimer

Pietro Sorano - Il mio nome non è Alzheimer
©Pietro Sorano – Il mio nome non è Alzheimer

Pietro Sorano - Il mio nome non è Alzheimer
©Pietro Sorano – Il mio nome non è Alzheimer

Pietro Sorano - Il mio nome non è Alzheimer
©Pietro Sorano – Il mio nome non è Alzheimer

I lavori dei due Autori premiati a Sassoferrato, insieme a quelli di tutti gli Autori vincitori delle nove tappe della manifestazione, saranno esposti al CIFA, Centro Italiano della Fotografia d’Autore (Bibbiena), in una grande mostra che sarà inaugurata il giorno 24 novembre 2018. I vincitori di ciascuna tappa potranno partecipare alla selezione conclusiva e concorrere al premio finale di vincitore di Portfolio Italia 2018.

La quarta Manifestazione in programma, il «12° Portfolio al mare», si svolgerà nelle giornate del 14 e 15 luglio a Sestri Levante (GE) all’interno del “12° Festival Una Penisola di Luce”.


– via: Art Vibes submission – photo credit: ©Giulio Bonivento – ©Pietro Sorano – via: 6 Glab


Submit a Comment