Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | December 13, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Sue Austin - Freewheeling

Sue Austin – Freewheeling

| On 31, Lug 2018

Abbattere limiti e paure offrendo nuove prospettive: l’arte illuminante di Sue Austin.

di Redazione Art Vibes


Picture: image credit: ©Sue Austin, via: wearefreewheeling.org.uk


Immergersi nelle profonde acque del mare con una sedia a rotelle, questo l’ardito progetto di Sue Austin, artista inglese disabile che punta attraverso le sue installazioni e performance a trasformare la visione delle persone.

Ciò che viene percepito come limitazione deve essere guardato con nuovi occhi e immaginato come qualcosa di realizzabile. Un approccio ottimista che affonda le sue radici agli albori della sua condizione di diasbile. Nel 1996, all’età di 31 anni, una malattia cronica la costringe su una sedia a rotelle.

All’inizio è stato come se un mantello di invisibilità fosse sceso su di me. Chiesi allora a molte persone a che cosa associassero l’immagine della sedia a rotelle, e parole come limite, paura e restrizione andarono per la maggiore. Da qui l’idea di raccontare storie di quest’esperienza per ispirare positivamente il pensiero di molti.” – racconta la Austin.

 

 

TEDxWomen 2012. Sue Austin. video courtesy of: TED

 

Sulla scia di questa onda positiva, dapprima ottiene il diploma certificato da subacqueo disabile e poi fonda Freewheeling, movimento che promuove progetti artistici che contemplano la disabilità. Testing the Water è il prototipo di “power-chair” che le ha permesso di solcare gli abissi a bordo della sedia che da molti anni la accompagna. Molte sono state le resistenze che hanno rallentato questo progetto, considerato da molti impossibile da mettere in pratica, ovviamente non per Sue, che con forza e tenacia è riuscita nel suo intento.

All’inizio gli ingegneri a cui abbiamo sottoposto il progetto hanno storto il naso affermando che la sedia a rotelle avrebbe avuto difficoltà poiché non progettata per viaggiare attraverso l’acqua. La soluzione ideale l’ha offerta un propulsore, che ha garantito spinta e capacità di rotazione.

Dopo mesi di prove e allenamenti ecco il Mar Rosso, e un unico obiettivo: esplorarlo a bordo della sua “Testing the Water“. Ne è nata una serie di filmati intitolati “Creating the Spectacle“, uno spettacolare ritratto “underwater” di una donna meravigliosa, una donna tenace che ha buttato il cuore oltre l’ostacolo per lanciare importanti messaggi di speranza e coraggio. Un’impresa che è costata molto in termini di fatica per la Austin poiché il video ha richiesto sei giorni di riprese, per un totale di oltre 20 minuti di immersioni.

La sedia a rotelle si trasforma così in un potentissimo strumento di comunicazione positiva, in grado di aprire nuove prospettive, abbattendo limiti e paure. Grazie Sue per questa illuminante lezione di vita!

 

Creating the Spectacle!’ Online – Part 1 – Finding Freedom. video courtesy of: Freewheeling4

– website: wearefreewheeling.org.uk


Submit a Comment