Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | August 17, 2017

Scroll to top

Top

No Comments

Richard Johnson - Weapon of choice

Richard Johnson – Weapon of choice

| On 01, Lug 2014

La rivoluzione contro il bullismo: siamo tutti legati come i rami di un grande albero, e il vento che muove le nostre foglie è lo stesso per tutti.

di Annalisa Grassano


Richard Johnson ha realizzato un progetto fotografico dal grande impatto visivo, dal titolo “ Weapon of Choice“.
Una serie di scatti che ha come scopo quello di mostrare come le parole colpiscano in profondità, marchiandoci irrimediabilmente.
Molti dei soggetti fotografati sono stati realmente vittime di bullismo, Richard ha presentato loro una lista di insulti e li ha invitati a scegliere quello più significativo per raccontare la propria storia.

Il bullismo è un fenomeno atroce, perché sgretola le certezze, distrugge la fiducia in sè stessi, lascia ferite profonde e gravissime.
Molte persone sono riuscite a sfuggire alla tirannia di questa ignoranza, ma non senza riportare cicatrici e aspri segni.
I segni di una giovanissima ragazza che non crede in sè stessa, che si inzuppa di tristezza tutte le volte che si guarda allo specchio e che ancora oggi fa fatica a pronunciare quelle parole che in passato l’ hanno così tanto ferita.

Tutto questo solo perché un gruppetto di ragazzini stupidi e annoiati non ha trovato nulla di meglio da fare che schernirla e insultarla. Persone vuote, io deboli che si nascondono dietro la maschera del noi-gruppo per sentirsi più forti, un noi che paura non deve fare, al massimo pena.
Sì pena, perché se li guardi fissi negli occhi uno ad uno vedrai la fissità in quegli sguardi, perché il male che fai agli altri non si cancella, ti resta impigliato addosso e ti rende parte del suo nulla.

Penso che il valore di una società si possa comprendere valutando l’uomo che essa produce, se l’uomo che ha prodotto in questi anni è questo individuo incline all’isolamento emotivo e incapace di vivere empaticamente, forse dobbiamo porci delle domande.
Forse qualcosa non funziona da troppo tempo, non basta più indignarci dobbiamo cercare di cambiare le cose, dobbiamo tornare a provare compassione per l’altro.
Una parola bellissima che nel tempo ha preso la forma di una pietà che è quasi disprezzo, invece se osserviamo la sua radice il suo significato è tanto più nobile, dal latin cum-patior cioè soffrire insieme, vivere il prossimo con la stessa passione con cui viviamo noi stessi, bello vero?

Perché la vita è una, e siamo tutti parte della stessa, siamo tutti legati come i rami di un grande albero, e il vento che muove le nostre foglie è lo stesso per tutti.


– Images credit: © Richard Johnson

– via: hurtwords.com spectaclephoto.com


Commercial Photographer Richard Johnson of Spectacle Photo discusses his project “Weapon of Choice”.
The project is aimed to illustrate the pain inflicted by abusive language. Video courtesy of: pixel1080

RICHARD JOHNSON – WEAPON OF CHOICE
Weapon of choice - Coward
Weapon of choice – Coward
Weapon of choice - Cunt
Weapon of choice – Cunt
Weapon of choice - Moron
Weapon of choice – Moron
Weapon of choice - Worthless
Weapon of choice – Wortless
Weapon of choice - Little girl
Weapon of choice – Little girl
Weapon of choice - Retard
Weapon of choice – Retard
Weapon of choice - Ugly
Weapon of choice – Ugly
Weapon of choice - Dumb
Weapon of choice – Dumb
Weapon of choice - Trash
Weapon of choice – Trash
Weapon of choice - Slut
Weapon of choice – Slut
Weapon of choice - Dork
Weapon of choice – Dork
RICHARD JOHNSON – WEAPON OF CHOICE

Further reading:

– Richard Johnson website: hurtwords.com


Submit a Comment