Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | June 6, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Forme creative di distanziamento sociale: il caso della scuola elementare di Hangzhou

Forme creative di distanziamento sociale: il caso della scuola elementare di Hangzhou

| On 07, Mag 2020

Un approccio alternativo e smart per far comprendere ai più piccoli a scuola l’importanza del distanziamento sociale.

di Redazione Art Vibes


Picture: Children of Hangzhou elementary school. photo courtesy of Asiawire.


In Italia i vertici dell’istruzione, complice la difficile situazione sanitaria nazionale, hanno deciso di sospendere la scuola almeno fino a settembre, una decisione che se da un lato ha fatto la felicità di molti alunni dall’altra parte ha causato non pochi problemi alle famiglie.

Una scelta che si spera possa contribuire nel lungo periodo a diminuire il numero dei contagiati per Coronavirus, una scelta operativa non condivisa da molti, soprattutto a livello internazionale. A fronte di quest’atteggiamento prudente italiano è curioso contrapporre il caso dei bambini di una scuola elementare di Hangzhou (Cina), fautori di un metodo alternativo per assicurare il famoso distanziamento sociale all’interno delle aule e non solo.

 

Chinese pupils wear one-metre hats to practise social distancing from others. video courtesy of: South China Morning Post

Fantasia e storia si sono mescolate per dare vita ad una trovata davvero sorprendente: i bimbi hanno trovato ispirazione in alcuni antichi disegni che ritraevano i cappelli indossati dagli imperatori della dinastia Song, governatori della Cina nel periodo dal 960 al 1279. Le ali dei copricapi si sono trasformate grazie alla fantasia di ciascun alunno in colorate e creative estensioni, un accessorio non solo meramente estetico ma di grande utilità per distanziare i propri vicini di banco.

E’interessante come uno stile legato a tradizioni antiche oggi possa essere attualizzato per cercare di arginare un problema così serio. In un contesto come quello cinese ancora fortemente provato dalla diffusione del Covid-19 questa intuizione, aldilà della sua effettiva funzionalità, può essere d’insegnamento per tanti, perché aiuta i bambini a capire l’importanza del distanziamento sociale attraverso la fantasia e il gioco. Insomma un approccio bizzarro e non ordinario per educare e magari chissà vincente per risolvere un problema!

 

– via: scmp.com – photo courtesy of: Asiawire


Submit a Comment