Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | December 14, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Essere Donna richiede coraggio.

Essere Donna richiede coraggio.

| On 25, Nov 2018

Nascere donna è una sfida oggi più di ieri.

di A.G.


Picture: Illustrazione di ©A. Grassano.


Essere Donna è così affascinante, è un’avventura che richiede un tale coraggio, una sfida che non finisce mai
Così scriveva Oriana Fallaci nel suo capolavoro: ”Lettera a un bambino mai nato”, un libro del 1975.

A quarant’anni da allora, essere donna continua a richiedere coraggio, perché oggi come ieri il mondo femminile deve lottare quotidianamente per ottenere “pari dignità”. Una battaglia contro chi crede che un corpo valga più dell’intelligenza che contiene, una battaglia contro chi impone una identificazione costante in quell’oggettivazione corporea, una battaglia contro chi sostiene che una minigonna troppo corta giustifichi una molestia.

E non esagero quando affermo che viviamo in una società sempre pronta a difendere gli orchi e a condannare le vittime, alcune settimane fa una sentenza di un tribunale irlandese ha assolto un 27enne accusato di aver stuprato una ragazza di 17 anni perché lei indossava un perizoma. Avete capito bene lei era colpevole di indossare lingerie troppo sexy, una storia resa ancora più grave dal fatto che l’avvocato che ha difeso lo stupratore fosse una donna.

E forse il punto è proprio questo, questa visione del genere femminile attraverso lo spesso vetro del pregiudizio non è semplicemente frutto di una guerra di genere, è frutto di un conflitto culturale ben più angosciante. Perché chi arriva a pensare che un perizoma possa essere uno strumento di istigazione è un essere spregevole, ignorante, colpevole quanto il mostro che ha commesso violenza.

Nascere donna, dunque, è una sfida oggi più di ieri, e lo sa bene l’esercito che è sceso nelle piazze irlandesi per manifestare contro questa sentenza becera. Una lotta che non deve dividere gli uomini dalle donne, ma deve unire le persone di testa e di cuore nella lotta contro l’ignoranza bieca di un sistema di valori completamente sballato. Un sistema che parla ancora di sesso debole, o come diceva la stessa Fallaci di “sesso inutile”.

E allora partiamo da qui, non ispessiamo una frattura tra generi ma rimaniamo uniti contro chi cerca in tutti i modi di ingabbiarci in stereotipi e pregiudizi primitivi, contro l’ignoranza meschina di chi non sarà mai capace di comprendere la meraviglia del mondo femminile.

Gaber cantava: “Se sapessi parlare di Maria
 se sapessi davvero capire la sua esistenza
 avrei capito esattamente la realtà, 
la paura, la tensione, la violenza.

Forse quando uomini e donne impareranno a parlare di Maria allora avrà vita quel tanto desiderato cambiamento culturale, che vedrà le persone unite nell’empatia, nella giustizia, e nell’uguaglianza. E finalmente una giornata come quella di oggi non avrà più senso di esistere perché smetteremo di credere a “chiunque racconti che i Gesù sono figli del Padre e dello Spirito Santo: non della donna che li partorì.


Submit a Comment