Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | September 26, 2017

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Thomas Hirschorn - Gramsci Monument

Thomas Hirschorn – Gramsci Monument

| On 29, Giu 2017

L’omaggio di Hirschorn all’intellettuale italiano: un docufilm del regista Lüdin racconta il progetto di arte pubblica a New York in onore di Antonio Gramsci.

di Redazione Art Vibes


Thomas Hirschorn viene considerato uno uno degli autori più radicali dell’arte contemporanea, le sue installazioni e i suoi collage provocatori, sono da sempre densi di suggestioni e forti contrasti visivi.

Nel 2013 l’artista ha costruito un monumento per il filosofo e comunista italiano Antonio Gramsci in un complesso di case popolari nel Bronx a New York. Ha vissuto per cinque mesi con gli abitanti del quartiere confrontandosi e collaborando con etnie e culture diverse, per realizzare un monumento effimero nella durata ma destinato a rimanere nella memoria collettiva, in cui ospitare workshop di arte e politica, biblioteca e spazi per bambini.

Gramsci Monument, prodotto dalla DIA Art Foudation di New York in collaborazione con la Fondazione Istituto Gramsci, è il quarto “edificio temporaneo” di Hirschhorn dedicato a scrittori e filosofi: prima dell’intellettuale italiano sono state infatti realizzate opere su Spinoza, Gilles Deleuze e Georges Bataille. Una struttura composta da legno poco costoso e altri materiali poco pregiati, testimone di una nuova concezione di arte pubblica, rivolta ad un pubblico non esclusivo e poco avvezzo all’arte contemporanea.

 

Thomas Hirschhorn – Gramsci Monument – video courtesy of: Art21

Nel motivare la scelta di Gramsci, Hirschhorn ha risposto: «La mia stima comprende tutto quando si parla di lui, senza eccezione. Come ogni fan, non ho nessuna critica, nessuna distanza e nessun limite. Essendo un fan non posso spiegare o giustificare, ma cercherò di chiarirla così: “Perché Gramsci?” Perché era un eroe. Perché era un rivoluzionario. Perché era pronto a pagare il prezzo del suo impegno. Perché era uno stratega. Perché aveva passione per la politica. Perché definiva ogni sua singola posizione. Perché odiava l’indifferenza. Perché ha scritto i Quaderni e le Lettere dal carcere, e ognuno è un testo bellissimo e forte fondamento da cui si può costruire una formazione».

Il regista svizzero Angelo Alfredo Lüdin ha seguito in diretta la realizzazione dell’istallazione site-specific documentando l’impresa attraverso un meraviglioso documentario, un sapiente ritratto cinematografico di un personaggio controverso e misterioso, tra finzione e realtà, in un andirivieni costante tra immagine pubblica e intimità. Thomas Hirschhorn – Gramsci Monument gioca sul concetto di “figura pubblica” mettendo in discussione, in modo sottile e calibrato, il mito e l’uomo che si nasconde dietro al mito, il personaggio e la verità profonda oltre la costruzione mediatica. Con il questo lungometraggio il regista evidenzia la complessità e l’ambiguità di un artista che accoglie dentro di se un numero impressionante di personaggi.

Se questa storia vi ha appassionato non perdete l’occasione di assistere dal vivo alla proiezione del documentario in occasione de Lo schermo dell’arte Film Festival / Notti di mezza estate 2017. Appuntamento fissato a Firenze lunedì 3 luglio alle 22 nella cornice del Piazzale degli Uffizi.

 

Thomas Hirschorn - Gramsci Monument
Thomas Hirschorn – Gramsci Monument

Thomas Hirschorn - Gramsci Monument
Thomas Hirschorn – Gramsci Monument

Thomas Hirschorn - Gramsci Monument
Thomas Hirschorn – Gramsci Monument

Thomas Hirschorn - Gramsci Monument
Thomas Hirschorn – Gramsci Monument

Thomas Hirschorn - Gramsci Monument
Thomas Hirschorn – Gramsci Monument

– via: Art Vibes submission


Further reading:

– website: fondazionegramsci.org


Submit a Comment