Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | April 8, 2020

Scroll to top

Top

Art
One Comment

Shani Ha - Table for two

Shani Ha – Table for two

| On 19, Feb 2015

Guardarsi attraverso un vetro per ritrovarsi.

di Redazione Art Vibes


Chiunque passi all’angolo tra 7th Avenue e Carmine Street a New York non potrà fare a meno di notare un piccolo tavolino al di fuori di un bistrot, appoggiato ad una vetrata come se fosse un’estensione del locale all’aperto.
Il tutto fa parte di un’installazione interattiva, “Table for two“, ideata e creata dall’artista di origine francese Shani Ha, con l’intento di giocare con i confini degli spazi pubblici stimolando e mettendo in discussione le interazioni sociali di noi tutti.
New York è una città tanto affollata quanto carica di solitudine, più della metà della popolazione è single, tutti sembrano ansiosi di incontrare qualcuno, anche se poi ignorarsi sembra l’atteggiamento più comune e diffuso.
Le applicazioni e i siti web che promettono incontri vanno per la maggiore, rapporti mediati da uno schermo attraverso testi, e-mail, Skype. La comunicazione virtuale sta lentamente prendendo il posto delle interazioni umane, accentuando l’egocentrismo a discapito dell’empatia.

Shani Ha - Table for two, New York installation
Shani Ha – Table for two, New York installation

Così come lo schermo si è intrufolato nella vita di tutti i giorni diventando uno strumento di comunicazione vero e proprio, allo stesso modo il vetro che separa i due sedili diventa a sua volta uno schermo capace di connettere due estranei, in grado di stimolare una comunicazione spontanea.
Quest’installazione mette in discussione il nostro rapporto con l’identità, il nostro grado di isolamento sociale, invitando il pubblico a partecipare sedendosi al tavolo.
Quando due persone si siedono, si può decidere di scambiarsi sguardi a vicenda o guardare il proprio riflesso nella vetrata.

Se la presenza dell’altro rappresenta ai nostri occhi un surrogato per validare la nostra stessa esistenza, seduto da solo, lo spettatore si troverà ad affrontare un tavolo vuoto e il suo riflesso nel vetro come un promemoria per l’introspezione, il narcisismo o la solitudine.
Una tazza di porcellana bianca è adagiata sul tavolo per essere riempita con tè alla menta, un’allusione alla tradizione conviviale del Nord Africa e Algeria, luoghi originari dell’artista.
“Tavolo per due” può essere visto come una metafora delle interazioni sociali e delle relazioni contemporanee, dove le persone possono essere molto vicine ed allo stesso tempo così lontane.


– via: shani-ha.com

– photo courtesy of: shani-ha.com

Shani Ha – Table for two
Shani Ha - Table for two, New York installation
Shani Ha – Table for two, New York installation

Shani Ha - Table for two, New York installation
Shani Ha – Table for two, New York installation

Shani Ha - Table for two, New York installation
Shani Ha – Table for two, New York installation

Shani Ha - Table for two, New York installation
Shani Ha – Table for two, New York installation

Shani Ha - Table for two, New York installation
Shani Ha – Table for two, New York installation

Shani Ha - Table for two, New York installation
Shani Ha – Table for two, New York installation
Shani Ha – Table for two

Exhibition info:

Shani Ha – Table for two

When: 25 Gen – 8 Mar. 2015.
Where: 1,7th Avenue South, New York.


Further reading:

– Shani Ha website: shani-ha.com


Comments

  1. Dimitri

    I really love this idea !

Submit a Comment