Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | July 16, 2020

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Linda Tegg - Infield

Linda Tegg – Infield

| On 12, Giu 2020

La ricerca di una moltitudine di prospettive che possono convergere in un unico spazio: l’ultima installazione di Linda Tegg celebra un possibile dialogo tra realtà urbana e natura.

di Redazione Art Vibes


Picture: Infield by Linda Tegg. Photography: Johan Dehlin.


Linda Tegg è un’artista contemporanea australiana che sfrutta la natura per alimentare il suo processo creativo. Le sue opere spingono al dialogo fra differenti specie nell’ecosistema urbano, invitano ad una maggiore consapevolezza ambientale facendo leva sul concetto di condivisione possibile degli spazi.

Il suo nome non è passato inosservato né alla scorsa Biennale di Architettura di Venezia, quando ha trasformato il padiglione del suo paese in una rigogliosa prateria autoctona, né al Salone del Mobile 2019 di Milano quando ha installato permanentemente alcune piante spontanee raccolte da siti abbandonati.

 

Linda Tegg - Adjacent Field, Milan Design Week, 2019. Photo credit: Federico Torra
Linda Tegg – Adjacent Field, Milan Design Week, 2019. Photo credit: Federico Torra

Lo scorso mese invece ha portato a termine un intervento artistico presso ArkDes, il centro nazionale svedese per l’architettura e il design. L’installazione, intitolata Infield, si compone di migliaia di piante che hanno letteralmente invaso l’asfalto del parcheggio Exercisplan.

La scelta del nome Infield non è casuale, affonda le radici nella cultura rurale svedese e si riferisce a quei prati chiusi che circondano le fattorie. L’obiettivo è quello di convertire l’area in un rifugio transitorio per varietà differenti di uccelli ed insetti. Attraverso la cura dell’ambiente si crea un nuovo spazio, idoneo per far coesistere specie differenti, un’installazione che evolverà nel corso della sua esposizione.

 

Artist Linda Tegg transforms car park in Stockholm into biodiverse meadow for ArkDes. video courtesy of: Dezeen

Lavorando con animali e piante, ho acquisito consapevolezza della moltitudine di prospettive che possono convergere in qualsiasi luogo“, ha spiegato Tegg. “Il luogo in cui parcheggiamo la nostra auto per un’ora, potrebbe essere contemporaneamente abitato da centinaia di specie di piante e animali.”

ArkDes è inteso come luogo di incontro e dibattito sul futuro dell’architettura e del design svedesi, in particolare per quanto riguarda la politica nazionale svedese in materia di architettura e design, una linea d’azione approvata in parlamento quasi due anni fa, che mira a rendere le città svedesi più sostenibili ed etiche, attraverso un approccio migliore all’architettura, all’arte e al design.

Infield si inserisce proprio in questo dibattito suscitando domande su come potrebbero apparire gli spazi pubblici del futuro se si lavora con la natura anziché contro di essa. L’obiettivo è proprio quello di creare spazi per le specie non umane, condividendo la città con loro. L’installazione sarà in mostra a Exercisplan dal 2 giugno al 27 settembre 2020.

 

Linda Tegg - Infield (2020). Production photograph by Andy Liffner
Linda Tegg – Infield (2020). Production photograph by Andy Liffner

– via: dezeen.com – photo via: ArkDes


– website: lindategg.com


Submit a Comment