Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | May 20, 2019

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Jorge Rodríguez-Gerada - Out of Many, ONE

Jorge Rodríguez-Gerada – Out of Many, ONE

| On 07, Ott 2014

Instaurare un dialogo sul tema dell’individualità connesso al concetto geografico di comunità.

di Redazione Art Vibes


Per realizzare l’installazione “Out of Many, ONE“, traduzione dell’espressione latina “E pluribus unum“, l’artista di origine cubana Jorge Rodríguez-Gerada ha preso ispirazione da decine di fotografie di persone catturate a Washington DC.

La locuzione “Out of Many, ONE” affonda le sue radici nei primi anni della Repubblica federale statiunitense e si riferisce all’integrazione delle tredici Colonie indipendenti che fecero parte di quelli che sarebbero diventati poi gli Stati Uniti d’America. Nel tempo ha assunto un significato addizionale, data la natura pluralistica della società statunitense in conseguenza del fenomeno dell’immigrazione.

L’opera si trova temporaneamente a Washinghton, sul National Mall, una superficie di 6 ettari, perfettamente visibile dal monumento recentemente riaperto. Per la sua realizzazione sono state impiegate circa 2.000 tonnellate di sabbia, 800 tonnellate di terreno, 10.000 pioli di legno e 8 chilometri di corda.

“Out of Many, One” — Opening October 4 on the Nat’l Mall – Video courtesy of: National Portrait Gallery, Smithsonian Institution

L’opera non ritrae un individuo riconoscibile, ma risulta essere un composito, evidenziando, proprio come fecero i Padri Fondatori americani, che da molti ne deriva uno.
L’obiettivo dell’artista è stato proprio quello di cercare di instaurare un dialogo sul tema dell’individualità connessa al concetto geografico di comunità.

Per creare l’opera d’arte, Rodríguez-Gerada ha unito arte e scienza. Si è difatti avvalso dell’aiuto di una potente tecnologia basata sul GPS, Topcon Positioning Systems, Inc. di Livermore, California, considerata dallo stesso artista il suo pennello digitale.

Una volta che l’immagine è stata creata, è stata tradotta in formato digitale per poi essere scomposta in punti proiettati via satellite per essere successivamente letti da pali a topografia satellitare. Hanno completato l’operazione la stesura dei materiali quali, sabbia, terreno, pioli di legno e tanta corda.

L’installazione inaugurata lo scorso 4 Ottobre sarà visibile fino alla fine del mese in corso.

“My art aims to create a dialogue about the concept of identity, and it questions the role models who are chosen to represent us in the public sphere. These works have no negative environmental impact and are created to poetically blend back into the land.”

Jorge Rodríguez-Gerada


– via: smithsonianmag.com

– Photo credits: Mark Gulezian – courtesy of: National Portrait Gallery

Jorge Rodríguez-Gerada – Out of Many, ONE
Out of Many, ONE, National Mall
Each line has been drawn out using high-precision satellite navigation

Out of Many, ONE, National Mall
Out of Many, ONE, National Mall

Out of Many, ONE, National Mall
Forming the face: eyes are drawn into the sand with lines of dirt.
Jorge Rodríguez-Gerada – Out of Many, ONE

Further reading:

– Jorge Rodríguez-Gerada website: jorgerodriguezgerada.com

– National portrait gallery website: npg.si.edu/outofmanyone


Exhibition info:

– Jorge Rodríguez-Gerada – Out of Many, ONE

When: 04 October – 31 October 2014.
Where: National Mall, Washinghton DC, USA.


Submit a Comment