Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | August 24, 2019

Scroll to top

Top

Art
One Comment

Gonzalo Borondo - M E R C I

Gonzalo Borondo – M E R C I

| On 19, Giu 2019

Un percorso sensoriale e metafisico aperto a molteplici letture, una celebrazione della dicotomia uomo-natura, una relazione dal sapore di opposizione, aperta ad una possibilità di equilibrio e dialogo.

di Redazione Art Vibes


Picture: Gonzalo Borondo – M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019. photo credit: Matteo Berardone.


Se il paesaggio corrisponde ad un’estensione della natura che il nostro sguardo comprende, allora c’è un paesaggio al di fuori della nostra comprensione? Di fronte alla strana presenza di paesaggi interamente umani, come la Landes Forest, possiamo ancora pensare alla natura come a qualcosa che ci sfugge e che va al di là del nostro essere?

Da sempre ammirato e contemplato, ma ad oggi qual è il nostro rapporto con l’ambiente, a volte ostacolo allo sviluppo urbano ed economico?
La mostra intitolata Merci, attraverso un traslazione di elementi vegetali nello spazio simbolico del Tempio di Chartrons di Bordeaux, propone una coinvolgente riflessione sul nostro complesso e contraddittorio rapporto con la natura.

 

Gonzalo Borondo | M E R C I | teaser – Temple des Chartrons, 2019. video credit: Matteo Berardone – courtesy of: Gonzalo Borondo

Sfruttando le risonanze psicologiche del tempio – costruito nel 1832 e abbandonato per 30 anni, simbolo della resistenza architettonica della città francese – la mostra indaga l’inesorabile trasformazione della natura nel tempo, una natura da contemplare, un tempo sospeso che diventa ciclico, sensuale, impercettibile, multiplo.

Attraverso una serie di giustapposizioni di immagini che utilizzano media diversi, giochi di prospettiva e cambiamenti nelle scale spaziali e temporali, si sviluppa così un percorso sensoriale e metafisico aperto a molteplici letture, una celebrazione della dicotomia uomo-natura, una relazione dal sapore di opposizione, aperta ad una possibilità di equilibrio e dialogo.

 

Gonzalo Borondo | M E R C I | II Teaser – Temple des Chartrons, 2019. video credit: Matteo Berardone – courtesy of: Gonzalo Borondo

Questa è la sfida che Borondo ha abbracciato negli ultimi quattro mesi di residenza a Bordeaux, il suo un tentativo di dare voce all’energia incorporata nelle mura del Tempio di Chartrons.

MERCI” come la parola originariamente usata nel X secolo per chiedere pietà, grazia, perdono, termine dunque che implica un dialogo sbilanciato. Nel tempio, “MERCI” incarna un potente dialogo tra sacro e pagano, tra pensiero verticale e orizzontale, tra essere umano e l’idea di natura.

La sacralità dello spazio è percettibile così come la purezza della foresta, si innesca così una sovrapposizione concettuale: la natura come tempio e il tempio dedicato alla natura. Il legno, parte dell’installazione farà ritorno alle origini in qualità di installazione vivente.

Seguendo questa idea di trasformazione ciclica, l’artista riutilizza il materiale trovato in loco, che diventa un’espansione dell’idea creativa iniziale. Ogni esperienza muta la sua pratica artistica, la sua una poetica che si muove sul limite imposto dal contesto, e che trova l’espressione massima nel dialogo tra le parti coinvolte.

 

Gonzalo Borondo | M E R C I | III Teaser – Temple des Chartrons, 2019. video credit: Matteo Berardone – courtesy of: Gonzalo Borondo

 

Gonzalo Borondo - M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019
Gonzalo Borondo – M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019. photo credit: Matteo Berardone.

Gonzalo Borondo - M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019
Gonzalo Borondo – M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019. photo credit: Matteo Berardone.

Gonzalo Borondo - M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019
Gonzalo Borondo – M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019. photo credit: Matteo Berardone

Gonzalo Borondo - M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019.photo credit: Matteo Berardone
Gonzalo Borondo – M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019.photo credit: Matteo Berardone.

Gonzalo Borondo - M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019.photo credit: Matteo Berardone
Gonzalo Borondo – M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019.photo credit: Matteo Berardone.

Gonzalo Borondo - M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019.photo credit: Matteo Berardone
Gonzalo Borondo – M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019.photo credit: Matteo Berardone.

Gonzalo Borondo - M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019.photo credit: Matteo Berardone
Gonzalo Borondo – M E R C I, installation, Temple des Chartrons, Bordeaux, 2019.photo credit: Matteo Berardone.

– via: Art Vibes submission – photo credit: Matteo Berardone – courtesy of: Gonzalo Borondo


Exhibition info: Gonzalo Borondo – M E R C I

When: 21 giugno ‐ 29 agosto 2019.
Where: Chartrons – Bordeaux, (France).


Comments

Submit a Comment