Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes – Let's share beauty | April 19, 2024

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Esther Stocker - UNO SCENARIO MENTALE

Esther Stocker – UNO SCENARIO MENTALE

| On 10, Nov 2023

Sculture e dipinti si confrontano con una selezione di opere d’arte cinetica e optical parte della collezione della Fondazione Alberto Peruzzo, di autori come Joseph Albers, Alberto Biasi, Dadamaino, Fernand Léger, Paolo Scheggi.

di Redazione Art Vibes Esther Stocker – Galerie Seiser.


Picture: Esther Stocker – Uno Scenario Mentale, Fondazione Peruzzo. photo credit: ©Ugo Carmeni, 2023.


Dall’11 novembre 2023 al 10 marzo 2024 negli spazi della Nuova Sant’Agnese a Padova, la Fondazione Alberto Peruzzo presenta Uno scenario mentale, mostra personale di Esther Stocker (Silandro – BZ, 1974), a cura di Riccardo Caldura, le cui opere vengono messe in dialogo con una serie di lavori della Collezione della Fondazione non ancora esposti.

La mostra dedicata all’artista altoatesina, che vive e lavora in Austria, presenta una serie di tele e sculture, alcune concepite per questa occasione, allestite nella navata dell’ex chiesa, mentre nella sacrestia trovano posto quelle realizzate da artisti italiani e internazionali che fanno parte della sua formazione: da Joseph Albers ad Alberto Biasi, da Dadamaino a Fernand Léger e Paolo Scheggi.

Le sculture di Stocker, realizzate in volumi variabili e collocate a pavimento, a parete o sospese come installazioni ambientali, sono caratterizzate da superfici in bianco e nero coperte di pattern di griglie geometriche: ogni scultura sembra nascere da un processo di compressione, un accartocciamento delle superfici che deforma la regolarità della griglia evidenziandola come residuo, scarto: ciò che resta di un processo di parziale distruzione.

 

Esther Stocker - Uno Scenario Mentale, Fondazione Peruzzo. photo credit: ©Ugo Carmeni, 2023
Esther Stocker – Uno Scenario Mentale, Fondazione Peruzzo. photo credit: ©Ugo Carmeni, 2023

Nelle grandi tele a fondo nero dell’artista, la dinamicità dei frammenti geometrici che le abitano ricorda la vertigine della profondità cosmica, dove troviamo sia processi esplosivi che implosivi della materia.

Nell’allestimento pensato per la navata della Nuova Sant’Agnese, le sculture e le tele compongono uno scenario non virtuale, in cui lo spettatore si aggira come in un sogno di paradossale precisione.

Nella poetica dell’artista è centrale il riferimento alla matematica che Stocker elabora fino a renderlo parte essenziale del suo metodo artistico: le sue strutture geometriche si basano infatti su moduli ripetitivi che creano un ritmo visivo apparentemente ordinato, a cui aggiunge deviazioni che stimolano nuovi ritmi.

L’introduzione delle deviazioni nell’equilibrio ottico genera sorpresa ed emozione nello spettatore, interrompendo deliberatamente l’ordine e la bidimensionalità: la griglia ortogonale, dispositivo d’ordine e principio compositivo dell’artista, viene sottoposto a disarticolazioni, spostamenti di asse, scivolamenti di piani senza mai smentire del tutto la sua origine ordinativa.

 

 

I lavori di Esther Stocker sono spesso collegati al costruttivismo, all’Op Art, alla psicologia della percezione, riferimenti che trovano un ulteriore legame nelle ricerche svolte a livello internazionale negli anni Sessanta proprio a Padova, dove il gruppo N diventerà uno dei riferimenti imprescindibili di quelle ricerche, e di cui la mostra Uno scenario mentale rappresenta un approfondimento e sviluppo contemporaneo.

 

Esther Stocker – Note biografiche

Esther Stocker. Nata nel 1974 a Silandro, Italia, vive e lavora a Vienna, Austria. L’artista ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Vienna, all’Accademia di Belle Arti di Brera (Milano) e all’Art Center College of Design di Pasadena, California.

Espone regolarmente in musei, fondazioni e gallerie internazionali. Una selezione delle sue mostre include Changwon Sculpture Biennale (Corea del Sud), Museum Haus Konstruktiv (Zurigo), Museo Vasarely (Budapest), Museo Gegenstandsfreier Kunst (Otterndorf, Germania), LA BF15 (Lione), Setouchi Triennale (Giappone), Kunsthalle Bratislava, Ambasciata d’Italia a Vienna, MACRO (Roma), Museum Ritter (Waldenbuch, Germania), Georg Kolbe Museum (Berlino), Sharjah Art Museum (Emirati Arabi Uniti), per citarne alcuni.

 

Esther Stocker - Uno Scenario Mentale, Fondazione Peruzzo. photo credit: ©Ugo Carmeni, 2023
Esther Stocker – Uno Scenario Mentale, Fondazione Peruzzo. photo credit: ©Ugo Carmeni, 2023

Orditi della razionalità - Fondazione Peruzzo. photo credit: ©Ugo Carmeni, 2023
Orditi della razionalità – Fondazione Peruzzo. photo credit: ©Ugo Carmeni, 2023

Orditi della razionalità - Fondazione Peruzzo. photo credit: ©Ugo Carmeni, 2023
Orditi della razionalità – Fondazione Peruzzo. photo credit: ©Ugo Carmeni, 2023

– via: fondazionealbertoperuzzo.it

Exhibition info: Esther Stocker – UNO SCENARIO MENTALE, a cura di Riccardo Caldura.

When: 11 novembre 2023 – 3 marzo 2023.
Where: Fondazione Alberto Peruzzo, Nuova Sant’Agnese, via Dante Alighieri, 63 – Padova.


Submit a Comment