Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | December 15, 2017

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Egon Schiele - La vita di un genio dell'arte in un film

Egon Schiele – La vita di un genio dell’arte in un film

| On 27, Nov 2017

Amore, sofferenza, incomprensione e ribellione: la vita del controverso artista viennese al cinema.

di Redazione Art Vibes


Un film evento, la vita di Egon Schiele, uno degli artisti più controversi e trasgressivi di sempre, viene raccontata al cinema da Dieter Berner per una tre giorni di programmazione da non perdere. (27-28-29 novembre 2017).

Pupillo di Gustav Klimt, Egon Schiele, di cui ricorrerà il centenario della morte nel 2018, è stato l’esponente di punta del primo espressionismo viennese. Un talento incredibile, scomparso a soli 28 anni, una produzione artistica impressionante quella rimasta, tra dipinti a olio, acquerelli e disegni.

Giovane, seduttore, provocatorio e affascinante, agli inizi del XX secolo, Schiele, interpretato sul grande schermo dal talentuoso Noah Saavedra, è tra gli artisti più controversi di Vienna. La sua arte è ispirata da figure femminili affascinanti e disinibite, in un’epoca che sta volgendo al termine con l’avvento della Grande guerra.

 

EGON SCHIELE – trailer ufficiale italiano. video courtesy of: Draka Cinema

Due donne in particolare condizioneranno davvero la sua vita e la sua espressione artistica. Sua sorella e sua prima musa, Gerti, e la diciassettenne Wally, forse l’unico vero grande amore della sua vita, immortalata nel celebre dipinto “La morte e la fanciulla” esposto al Leopold Museum di Vienna.
Mentre i suoi dipinti creano scandalo nella società viennese, portando l’artista anche in tribunale con l’accusa di abuso su una minorenne e di “pornografia”, collezionisti lungimiranti e artisti tra i più acclamati come Gustav Klimt, iniziano a riconoscere l’eccezionale valore della provocatoria e tormentata arte di Schiele.

Quando lo scoppio della prima guerra mondiale minaccerà la sua ricerca e libertà artistica, Schiele sceglierà di sacrificare alla sua arte, l’amore e la vita stessa, facendo del dolore e del suo disagio esistenziale la cifra stilistica che lo consacrerà tra i maggiori interpreti dell’Espressionismo.

Ispirato al romanzo “Tod und Mädchen: Egon Schiele und die Frauen” di Hilde Berger, “Egon Schiele” è scritto da Hilde Berger con Dieter Berner, una pellicola in cui amore, sofferenza, incomprensione e ribellione, sono tutti sentimenti contrastanti che circoscrivono perfettamente il poliedrico carattere e approccio alla vita di una delle figure più rappresentative dell’arte europea di inizio ‘900.


Province in cui il film è in programmazione:
Brescia, Rimini, Napoli, Bergamo, Ferrara, Monza, Roma, Milano, Varese, Brindisi, Prato e Torino.


Further reading: wikipedia.org/wiki/Egon_Schiele


Submit a Comment