Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | April 22, 2019

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Alex Urso - Diabli Nadali

Alex Urso – Diabli Nadali

| On 21, Mar 2017

Prove di dialogo. Alex Urso incontra Memling a Milano.

di Redazione Art Vibes


Picture: Alex Urso – A Study on The Last Judgment of Hans Memling, Serie di collages, 2015-2016.


Venerdì 24 marzo, presso la Fondazione Paolina Brugnatelli di Milano, avrà luogo Diabli Nadali, mostra personale di Alex Urso. L’evento si propone come una raccolta di opere realizzate da Urso tra il 2015 e il 2016 in Polonia (dove attualmente l’artista vive e lavora), e che espone per la prima volta a Milano.
Il percorso espositivo, diviso in tre livelli distinti, sia per poetica, che per forma, include lavori prevalentemente ispirati al Giudizio Universale di Hans Memling.

In esclusiva, a pochi giorni prima dell’apertura, abbiamo il piacere di pubblicare il testo critico scritto da Rossella Farinotti, incluso nel catalogo in mostra.

“Quando la matrice d’ispirazione per un’opera d’arte è un classico riconosciuto come Il Giudizio Universale di Memling, noto anche come “Trittico di Danzica”, inevitabilmente avviene il confronto, che non è mai semplice. Non è semplice perché le tematiche in gioco sono complesse, ma si possono evitare se la sovrapposizione generazionale avviene in forma di dialogo, come nell’opera di Alex Urso Uno studio sul Giudizio Universale di Hans Memling. L’artista italiano affronta il tema del Giudizio Universale in modo univoco e personale, talmente intimo e soggettivo da creare uno scambio, senza ricorrere a una sfida di simboli, significati o pretesi stravolgimenti. Urso si fa “interprete figurativo di un universo spirituale”, come scrive Claude Roy analizzando l’opera di Bosch, e visitatore di un mondo che gli è venuto incontro, senza che lui lo cercasse. Quel mondo tormentato dove San Michele – al centro del Trittico – decide per il futuro delle nostre anime.

Quello che avviene relazionandosi con i minuziosi collages di Urso, che riprende in particolare i soggetti dipinti nella parte destra del maestoso trittico di Memling – quei dannati destinati alle fiamme e alle torture da parte di diavoli e creature mostruose – è un tentativo di approccio verso la salvezza e la purificazione, almeno all’apparenza. Urso realizza il suo tributo ritagliando le figure umane da un testo monografico a colori sul capolavoro di Memling, per poi assemblarle, con precisione e una forte tridimensionalità scenica, con altri ritagli a colori, interamente dedicati alla natura.

 

Alex Urso - A Study on The Last Judgment of Hans Memling, Serie di collages, 2015-2016

Alex Urso – A Study on The Last Judgment of Hans Memling, Serie di collages, 2015-2016

La tecnica del collage è tipica dell’artista che crea contesti e micro-situazioni attraverso oggetti minimali o kitsch, ritagli, fotografie, giornali e materiali scovati per strada e mercatini dell’usato, rielaborati attraverso un gioco di manualità e fantasia. In questi otto pezzi dedicati ai “dannati” di Memling, i soggetti estrapolati dal loro contesto originario – piccoli e agitati corpi dai volti disperati e urlanti, gambe, mani che tentano di afferrare qualcosa, lacrime, grida e gesti laceranti – vengono sottoposti a un altro giudizio, quello della natura apparentemente pacifica e colorata, ma realmente crudele.
Quest’ultima infatti prevale, incombendo sull’aspetto umano: boccioli, fiori e piante intere, steli, erbacce e petali prendono vita sui corpi, lasciandoli sospesi, tra estasi e patimento. La lettura dello spettatore delle opere di Urso può essere duplice: le anime, immerse e in caduta nel verde e nei fiori, stanno davvero soffrendo? Per sollevarci da un destino migliore, non scegliereste i boccioli alle fiamme?

Nello spazio della ex pellicceria recuperata dalla Fondazione Paolina Brugnatelli, Diabli Nadali prende spunto dalla tematica del dannato e dell’umano, ri-contestualizzandola su di uno sfondo naturale. Il titolo è indicativo e ironico, trattasi infatti di un’imprecazione polacca, di radice latina, contro quei diavoletti “che arrivano dall’aldilà per tormentare la nostra vita reale”, mi spiega l’artista. “Diabli Nadali” è un’espressione che esorcizza i mali, nel tentativo di renderli più gradevoli.

E proprio la cultura polacca, che da quattro anni ospita Alex Urso (dal 2012 vive e lavora di base a Varsavia), è una delle componenti che hanno spinto l’artista a lavorare sul trittico. L’opera di Memling è infatti, oltre che un esito importante della pittura di fine quattrocento, anche un curioso esempio di incontro tra Italia e Polonia, per le rocambolesche vicende storiche legate al dipinto1.

La mostra si sviluppa su tre livelli distinti, sia per poetica, che per forma. Il primo focus, quello centrale intorno a cui prende avvio l’intero percorso, è lo Studio sul Giudizio Universale di Hans Memling; il secondo mette in scena una selezione di diorami tratti da Stations of the Cross (after Hans Memling) , una via crucis tridimensionale, realizzata da Urso con l’aiuto del padre falegname, a sottolineare la drammaticità di un percorso umano e artistico in conflitto. Infine il terzo progetto, inedito, L’Amour et La Violence, un racconto di un amore tormentato, realizzato su polaroid, uniche e irripetibili, rielaborate e in cui Alex tratta ancora il tema del dannato, come in una “trasfigurazione di uno stato nauseabondo dell’anima” (Andre Masson).”

Rossella Farinotti

 

Alex Urso - A Study on The Last Judgment of Hans Memling, Serie di collages, 2015-2016

Alex Urso – A Study on The Last Judgment of Hans Memling, Serie di collages, 2015-2016

Alex Urso - A Study on The Last Judgment of Hans Memling, Serie di collages, 2015-2016

Alex Urso – A Study on The Last Judgment of Hans Memling, Serie di collages, 2015-2016

Alex Urso - A Study on The Last Judgment of Hans Memling, Serie di collages, 2015-2016

Alex Urso – A Study on The Last Judgment of Hans Memling, Serie di collages, 2015-2016

Alex Urso - A Study on The Last Judgment of Hans Memling, Serie di collages, 2015-2016

Alex Urso – A Study on The Last Judgment of Hans Memling, Serie di collages, 2015-2016

Alex Urso - L'Amour et la Violence. Serie di collages su foto polaroid, 2015

Alex Urso – L’Amour et la Violence. Serie di collages su foto polaroid, 2015

Alex Urso - L'Amour et la Violence. Serie di collages su foto polaroid, 2015

Alex Urso – L’Amour et la Violence. Serie di collages su foto polaroid, 2015

Alex Urso - Stations of the Cross (after Hans Memling). Serie di diorami, 2016

Alex Urso – Stations of the Cross (after Hans Memling). Serie di diorami, 2016

Alex Urso - Stations of the Cross (after Hans Memling). Serie di diorami, 2016

Alex Urso – Stations of the Cross (after Hans Memling). Serie di diorami, 2016

Alex Urso - Stations of the Cross (after Hans Memling). Serie di diorami, 2016

Alex Urso – Stations of the Cross (after Hans Memling). Serie di diorami, 2016

Alex Urso - Stations of the Cross (after Hans Memling). Serie di diorami, 2016

Alex Urso – Stations of the Cross (after Hans Memling). Serie di diorami, 2016

– via: Art Vibes submission – images courtesy of: Alex Urso


Exhibition info: Alex Urso – Diabli Nadali

When: 24 marzo – 12 aprile 2017. Inaugurazione 24 marzo 2017, ore 19.00
Where: FONDAZIONE PAOLINA BRUGNATELLI, Corso Buenos Aires 66 (fermata MM Lima / Loreto).


Submit a Comment