Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | August 4, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Tongue Mapping - Sentire con la lingua

Tongue Mapping – Sentire con la lingua

| On 23, Gen 2015

Il dispositivo che consente di ascoltare con la lingua.

di Redazione Art Vibes


Above picture: Dr. John Williams, a professor of mechanical engineering; Dr. Leslie Stone-Roy, a professor of neuroscience; and JJ Moritz, a graduate student, are developing a device to hear with your tongue.


In futuro, le persone affette da perdita di udito potranno non impiantare chirurgicamente un dispositivo cocleare nel proprio orecchio per ripristinare il senso del suono.
Un team di ingegneri, neuroscienziati e ricercatori della Colorado State University sta sviluppando un apparecchio acustico che bypassa l’orecchio permettendo la percezione del suono attraverso la bocca .
Mapping Tongue, è una tecnologia che si basa su un auricolare Bluetooth abilitato per rilevare il suono e trasmettere impulsi elettrici a un elettrodo che a contatto con la lingua permette di udire il suono.
Quando gli utenti premono la lingua contro il dispositivo, avvertono un modello distinto di impulsi elettrici, come una sensazione di formicolio o vibrazione.
Con un’adeguata formazione, sarà possibile per il cervello imparare a interpretare modelli specifici, come le parole, permettendo così di “sentire” con la lingua.

La lingua contiene migliaia di nervi e la regione del cervello adibita all’interpretazione delle sensazioni tattili da essa provenienti è in grado di decodificare informazioni molto complicate.
“Quello che stiamo cercando di fare è un’altra forma di sostituzione sensoriale”, ha detto il Dr. John Williams, professore associato presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica nonché responsabile del progetto.

Tongue Mapping Research at Colorado State University – Video courtesy of: Colorado State University

Anche se gli impianti cocleari sono ancora considerati la protesi medica di maggior successo al mondo, sono ben lungi dall’essere perfetti. La procedura chirurgica ha ovviamente dei rischi e può causare danni alle cellule sensoriali dell’orecchio interno che trasmettono il suono al nervo uditivo.
Gli impianti cocleari non sono per tutti, tendono ad essere più efficaci su pazienti più giovani, aventi la maggior parte del loro sistema uditivo intatto.
Negli Stati Uniti, i pazienti pagano almeno 100.000 dollari per la pre-selezione, gli impianti, la chirurgia e la terapia di follow- up. Gli impianti cocleari hanno sicuramente trasformato molte vite, ma non tutti possono permetterseli, mentre il dispositivo in questione promette una pari efficacia con dei costi molto inferiori.


– via: colostate.edu

– photo courtesy of: colostate.edu

Tongue Mapping – Sentire con la lingua
Tongue Mapping Research at Colorado State University
Dr. John Williams, who is leading the project, envisions the device as being a non-surgical alternative to cochlear implants.

Tongue Mapping Research at Colorado State University
CSU researchers are testing the nerves on the tongue to see which are best at detecting the electrical impulses necessary for the device to work.

Tongue Mapping Research at Colorado State University
Words in the mouth: CSU device lets you hear with your tongue

Tongue Mapping – Sentire con la lingua

– Department of mechanical engineering of Colorado State University: engr.colostate.edu


Submit a Comment