Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | October 19, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Tellas - ERBARIO URBANO

Tellas – ERBARIO URBANO

| On 20, Set 2018

Attivare le comunità per scatenare identità: qwatz e Folias presentano un progetto artistico che mira a raccontare attraverso l’arte la vita, le paure, la rabbia, i sogni e gli amori delle nuove generazioni.

di Redazione Art Vibes


Nell’ambito del progetto RIGenerAzioni: musica&street art al MONTEROCKTONDO 2018 con il Bando “S’illumina” – promosso dalla SIAE e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – la Cooperativa Sociale Folias di Monterotondo Scalo lancia il programma: “OSSIGENO METROPOLITANO“, rivolto a giovani artisti under 35 per promuovere pensiero e cultura positiva, attraverso opere inedite sultema dell’intercultura e della coesione sociale.

L’obiettivo è quello di raccontare attraverso l’arte e la musica la vita, le paure, la rabbia, i sogni e gli amori, delle nuove generazioni e raccontare quindi anche, attraverso i loro occhi, le periferie, la provincia e le città italiane in cui i fenomeni migratori stanno producendo grandi cambiamenti nel tessuto sociale e nella cultura del paese.

 

Ossigeno Metropolitano - Workshop con Tellas
Ossigeno Metropolitano – Workshop con Tellas

 

IL PROGETTO

ERBARIO URBANO, è il secondo programma di rigenerazione che Folias ha iniziato l’anno scorso con qwatz, dopo il primo esperimento di “Esercizi di Bellezza”, con lo street artist Millo.

L’artista invitato quest’anno è Tellas che svilupperà un workshop insieme alla curatrice Rosa Ciacci di qwatz – con la collaborazione di Anna Chiara Anselmi (storica dell’arte di Folias) – per un gruppo ristretto di partecipanti durante il quale avranno la possibilità di realizzare un’opera muraria collettiva sul tema dell’ ”erbario”.

Un’opera che restituirà a tutta la comunità un erbario contemporaneo delle piante e delle particolari variazioni vegetali dell’area di Monterotondo Scalo. Inoltre, durante lo stesso workshop, Tellas realizzerà anche una propria opera: Infestazioni.

Infestazioni rappresenta un momento importante all’interno di tutto il progetto durante il quale i partecipanti potranno assistere a tutte le fasi di preparazione e creazione dell’opera. Una pittura che continua la vegetazione sul muro e si innalza verso il cielo intervallata da antenne sul tetto: una visione contemporanea del quartiere dello Scalo in uno spazio di passaggio (nelle vicinanze della stazione), appositamente elaborata dall’artista per raccontare un pensiero e portare della bellezza in questo spazio.

Il tema dell’ ”infestazione” è un tema tratto dall’argomento macro del progetto, quello vegetale, ed evoca qualcosa che si muove e si insedia, metafora scelta per far vedere da un altro punto di vista quello che accade nella società contemporanea multiculturale. E Monterotondo è uno tra questi esempi.

L’infestazione è qualcosa di naturale, procede, è selvaggia e non è contenibile; così le diverse popolazioni fanno viaggiando, creando nuovi legami con i territori in cui si stabiliscono, soprattutto in Italia, un canale di passaggio dal Mediterraneo.

 

IL CONCEPT

L’idea nasce da diverse riflessioni dell’artista e della curatrice Rosa Ciacci sul quartiere dello Scalo, un quartiere ricco di spazi verdi, alcuni da riconsiderare perché possano divenire nuovi spazi di condivisione.

ERBARIO URBANO vuole inserirsi nel tessuto e vivere con esso. Una nuova trama verde per raccontare la natura e le sue specifiche, innescando anche un confronto attivo con esperti botanici e manutentori. Verranno studiate alcune tra le varietà vegetali più interessanti, scelte liberamente dai partecipanti al laboratorio.

Per questo motivo la prima fase del workshop sarà:


– dedicata all’esplorazione del quartiere;
– accompagnata da una documentazione fotografica, a cura dell’artista e di un suo assistente;


– focalizzata sul “disegno” delle selezioni vegetali;
– tesa a innescare un confronto tra i partecipanti.

Il programma prevede la costruzione di argomenti che portino ad accrescere una nuova consapevolezza su alcune “dimensioni” all’interno del quartiere.

 

ERBARIO URBANO (opera collettiva)

La linea stilistica scelta per lo sviluppo dell’intera opera corale è quella dell’icona: una linea che evoca le carte antiche sul tema dell’”erbario”.

In altri termini, ERBARIO URBANO vuole essere un erbario tra i più contemporanei – perché soggettivo, collettivo e site-specific – delle nostre pagine storiche in continuo divenire, in continuo mutamento.

Con i flussi migratori, tra i più grandi temi al momento a livello globale, le persone si muovono e con loro costumi e abitudini, e su di loro semi e qualcos’altro…
Ebbene tutti questi movimenti creano nuove relazioni con gli spazi sui quali insistono; così cambiano anche il clima, la flora e la fauna. Con il passaggio e l’attraversamento di nuove culture nascono nuove stratificazioni. Queste creano storie che, con il passare del tempo, aprono ad altre. Tutto ciò costituisce la base per una moderna storiografia ed ERBARIO URBANO vuole essere una specie di grande archivio vegetale accessibile a tutti.


– via: Art Vibes submission – images courtesy of: qwatz.


– Workshop info: qwatz.it/projects/ossigeno-metropolitano


Submit a Comment