Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | November 21, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Blu: il messaggio social della Street Art

| On 05, Nov 2013

Blu: il writer italiano che dipinge messaggi sociali attraverso murales mozzafiato.


Blu come il cielo, Blu come il colore, Blu come il nome di uno dei più celebrati writer di sempre, selezionato nel 2011 da “The Observer” fra i migliori dieci “street artist” del momento. Marchigiano di origine, Blu si fa strada, alla fine degli anni novanta con opere mastodontiche, con l’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica su temi rilevanti.

Inizia a farsi conoscere nel 1999 attraverso una serie di graffiti illegali eseguiti a Bologna. A partire dal 2004 molte gallerie d’arte iniziano a prendere coscienza del suo valore invitandolo a prendere parte a mostre personali e collettive. Tuttavia Blu ha sempre cercato di limitare la sua presenza in contesti così convenzionali, preferendo dirigere il proprio percorso creativo verso altri territori, lontano dai recinti omologati dell’arte tradizionale.

 

 

L’artista stravolge la figura umana dando vita a strane creature che esprimono le paure e i disagi dell’umanità.
Ha lasciato il segno in tutti i continenti, dal Sud America, alla Palestina, in Europa come negli U.S.A. Il punto focale della sua produzione è rappresentato dalla critica ai governi e alla società odierna.
In Italia sono tantissime le sue opere, presenti in molte città, da Milano, Roma, Bologna, Firenze, Torino e Ancona.

Recentemente la città di Roma è stata teatro di una delle sue ultime creazioni. Sulle pareti dell’ex cinodromo di Ponte Marconi, ora centro sociale Acrobax, sono fioriti murales dell’artista bolognese.
In queste opere emerge prepotentemente una critica all’eccesso di violenza, alla religione, al cittadino schiavo della gabbia mediatica e alle guerre inutili.

 

IL MESSAGGIO SOCIAL DELLA STREET ART – BLU

 

Il tema della guerra, è stato già al centro della sua produzione nel 2011, con un’opera gigante realizzata a Campobasso, nel corso del progetto di riqualificazione urbana Draw The Line, in cui si assiste alla preparazione di un giovane soldato attraverso l’asportazione del suo cervello. L’arte di Blu lancia messaggi mai banali ma assolutamente da cogliere.


website: blu blu.org


Submit a Comment