Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | October 19, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Badia, Lost & Found - Arte urbana a Lentini

Badia, Lost & Found – Arte urbana a Lentini

| On 09, Ott 2018

Arte pubblica nel tessuto urbano: un progetto incrementale e rigenerativo, portavoce di nuovi valori sociali e culturali.

di Redazione Art Vibes


La cittadina di Lentini (Siracusa) ha da poco spento la prima candelina di un progetto open source concepito per il quartiere Badia (e dintorni), area di interesse storico-artistico e paesaggistico. Luoghi bloccati dalle multiproprietà, dalla mancanza di progettualità e dall’assenza di incentivi, oggi diventano spazio di interazione e di formazione attraverso l’arte, contemporanea e urbana
 
Da un anno a questa parte difatti è stato ideato un percorso che segue il pensiero museale italiano di “cultura a cielo aperto”. Un progetto-studio di rigenerazione urbana: Badia, Lost & Found, ovvero, il toponimo del quartiere dove tutto ha avuto inizio, associato alla filosofia del “Lost & Found“, ritrovare le memorie storiche attraverso rivisitazioni e riletture facendo leva sull’arte e la creatività contemporanea.

Dopo l’anteprima estiva con “RoBiCo“, il direttore artistico Giorgio Franco ha riaffidato prospetti di edifici pubblici e privati, scelti per l’occasione, ad artisti di street art che si sono sbizzarriti in performance rievocative per temi e significati. 

 

Murales dei Tre Santi Martiri a Lentini – RoBiCo, Roberto Collodoro al Badia Lost & Found! – video courtesy of: facebook.com/BadiaLostAndFound

Per l’edizione di quest’anno gli artisti coinvolti sono stati Giorgio Gieri, in arte “NONE”, l’illustratrice liventina Marta Lorenzon, lo scultore netino Gianni Andolina, l’iperrealista Corrado Inturri e, con un’opera d’arte contemporanea segnica di 42 metri l’artista Salvatore Scarfone.  

Dopo la presentazione di Villa Giulia a Roma, in occasione del convegno della Fondazione DIA.CULTURA, e la selezione nei TOP 15 del Bando Culturability, torna ad operare il team del “Badia Lost & Found” grazie anche ad una rete di imprese e attività locali che contribuiscono all’andamento del progetto che si svilupperà nel tempo con la finalità di rendere il primo parco urbano d’arte della provincia di Siracusa, un grande Museo a cielo aperto, ove fare palestra di buone pratiche e scuola di arte contemporanea.

Le opere realizzate vanno ad aggiungersi ai venti interventi che costituiscono il parco, un dono consegnato alla comunità, un tesoro da proteggere e valorizzare.

Badia Lost & Found si caratterizza per essere un progetto incrementale e rigenerativo, in grado di generare nuovi valori sociali e culturali, mettendo al centro le persone e le loro memorie. Un progetto che ha già in cantiere un festival di cui presto sentiremo parlare! 

 

Corrado Inturri - Dio fluviale Lisso, Badia, Lost & Found, Lentini (Siracusa)
Corrado Inturri – Dio fluviale Lisso, Badia, Lost & Found, Lentini (Siracusa)

Marta Lorenzon - Gorgia da Leontini, Badia, Lost & Found, Lentini (Siracusa)
Marta Lorenzon – Gorgia da Leontini, Badia, Lost & Found, Lentini (Siracusa)

Gianni Andolina - Rinascita, Badia, Lost & Found, Lentini (Siracusa)
Gianni Andolina – Rinascita, Badia, Lost & Found, Lentini (Siracusa)

Giorgio Gieri - Mora con tradescanzia, Badia, Lost & Found, Lentini (Siracusa)
Giorgio Gieri – Mora con tradescanzia, Badia, Lost & Found, Lentini (Siracusa)

Giorgio Gieri - Mora con tradescanzia, Badia, Lost & Found, Lentini (Siracusa)
Giorgio Gieri – Mora con tradescanzia, Badia, Lost & Found, Lentini (Siracusa)

– via: Art Vibes submission – photo courtesy of: Badia, Lost & Found


– website: areablef.com


Submit a Comment