Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | August 20, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Lisetta Carmi - Ho fotografato per capire

Lisetta Carmi – Ho fotografato per capire

| On 16, Dic 2015

Dal racconto al ritratto: la parabola artistica di Lisetta Carmi.

di Redazione Art Vibes


Above picture: ©Lisetta Carmi – Kabul, Afghanistan, 1970


Genova rende omaggio a Lisetta Carmi con una mostra personale a Palazzo Ducale, che ripercorre l’intero percorso creativo della grande fotografa.
Lisetta Carmi nel corso della sua lunga attività artistica ha sempre saputo cogliere l’attimo, ha capito quale potere può contenere l’immagine, quale può essere il “dono” dell’inquadratura perfetta. Un dono come il talento per la musica, la sua prima grande passione che abbandonò per dedicarsi alla fotografia.

Un giorno l’amico etnomusicologo Leo Levi le propose di accompagnarlo in Puglia dove doveva studiare i canti di una comunità ebraica. Affascinata dalla luce e dalla bellezza del Salento compra la sua prima macchina fotografica, un’Agfa Silette, e comincia a osservare attraverso l’obiettivo. Nella terra degli ulivi c’è l’incontro magico con la fotografia che le permette di avere un rapporto più autentico con il mondo.

Dietro il suo obiettivo non sono passati solo i protagonisti del mondo culturale che animava la Genova negli anni settanta ma anche tutta la città, fermata nelle sue contraddizioni più profonde e nascoste: il porto, lo scarico dei fosfati, i volti sfigurati dalla fatica, da una quotidianità spesso lacerante, dalla sofferenza che è sintomo di emarginazione. Come pure la sofferenza che appartiene al ciclo vitale dell’umanità: undici scatti, per molti ancora oggi scioccanti, della sequenza del parto. La vita fermata negli attimi cruciali ma anche straordinariamente naturali. Eventi che accomunano l’umanità.

La mostra, allestita nella Loggia degli Abati, curata da Giovanni Battista Martini, si apre con la sezione dedicata alla sua città natale, con immagini che documentano la forte identità sociale e culturale della Genova degli anni ’60 e ’70.

Una sezione è dedicata agli straordinari ritratti di Ezra Pound. Pur se realizzati in un breve incontro con il poeta nella sua casa di Rapallo, ne restituiscono la complessità e la straordinarietà. Sono esposte anche molte immagini inedite dedicate ai ritratti di artisti come Lucio Fontana, Luigi Dallapiccola, Leonardo Sciascia, Claudio Abbado, Joris Ivens, Carmelo Bene e Lele Luzzati.

Se le fotografie della Carmi rimangono un punto imprescindibile per la conoscenza di quegli anni a Genova, sono altrettanto analitiche e significative quelle realizzate durante i numerosi viaggi compiuti in quegli anni: da quelle scattate in Sicilia dove si reca per un progetto congiunto con Sciascia, a quelle della Sardegna così come quelle realizzate in paesi lontani come l’America Latina, Israele, La Palestina, l’Afghanistan e l’India.
Con le sue 220 immagini questa è la personale più ampia mai dedicata alla celebre fotografa ligure.


– via: palazzoducale.genova.it – photo credits: © Lisetta Carmi


Exhibition info:

When: 13 novembre 2015 – 31 gennaio 2016
Where: Loggia degli Abati, Piazza Giacomo Matteotti, 9,16123 – Genova.


Submit a Comment