Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | August 14, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Heart of Noise 2016 - Dub and The Heart of Darkness

Heart of Noise 2016 – Dub and The Heart of Darkness

| On 11, Mag 2016

Un viaggio alle radici del dub e un focus sul suo “cuore di tenebra”.

di Redazione Art Vibes


Picture: Lee “Scratch”Perry – Visions from Paradise.


Dal 2011 l’ Heart of Noise Festival esplora regioni estetiche al di fuori dell’orientamento culturale dominante, presentando generi alternativi e impulsi d’arte contemporanea. Il festival non è solamente un evento musicale, ma un incontro tra linguaggi diversi. Lo scopo principale, infatti, è quello di fondere e dialogare con le varie discipline, presentando ad esempio installazioni audio negli spazi pubblici e film per unificare così l’arte mediatica con musica e ballo. L’ Heart of Noise Festival vuole anche aprire delle porte nella molteplicità culturale odierna delle arti performative, offrendo spazi ad artisti e musicisti locali, emergenti ed internazionali, all’arte digitale, ai VJ e DJ e, in sintesi, a varie forme della cultura e dell’arte contemporanea.

 

Dopplereffekt live Heart of Noise festival, 2014. photo credit: Daniel Jarosch

Dopplereffekt live Heart of Noise festival, 2014. photo credit: Daniel Jarosch

Sin dai primi anni 70 la Giamaica è la terra del dub. (È un’arte dei ricordi del sole perso dei Caraibi – questa parte è un po troppo visionaria… non si capisce molto il senso.. che cosa vuoi dire?), un giardino sonoro dal quale si propagano il dub e il reggae, generi ripresi nello dubstep o nel jungle del british hardcore, nel technodub o nei paesaggi sonori che raccontano il contemporaneo della controcultura europea.
Heart of Noise 2016 presenta il maestro Lee Scratch Perry, cui si affiancano idealmente tre alfieri della dub-techno contemporanea come Pole, Deadbeat ed Echospace. Accanto a questi, la ricerca dei Porter Ricks si caratterizza come il luogo in cui il presente e il futuro del dub si incontrano e scontrano.

Il secondo polo del festival è esattamente l’opposto delle visioni caraibiche. Si potrebbe defnire un nichilistico “Heart of Darkness“, il quale culmina nell’omonima performance dei “Fuckhead” di Linz. Essi presentano una performance ispirata al romanzo “Cuore di tenebra” di Joseph Conrad, fonte d’ispirazione di Coppola nel flm cult “Apocalypse Now“.
Attorno a questi poli Heart of Noise 2016 presenta un cosmo, un frammento dell’universo parallelo della musica contemporanea. Quest’ultima è il frutto di un movimento migratorio partito nei primi anni 70 dai Caraibi e difusosi poi a Londra e New York, diventando così un simbolo della controcultura, un’ alternativa alla musica pop delle riviste musicali e dei programmi TV, e che è diventata la forza emancipatrice delle culture alternative odierne.

Main artists: Lee “Scratch” Perry w/ Dubblestandart | Kode 9 and Lawrence Lek pres. Nøtel | Colin Stetson & Sarah Neufeld | Fuckhead pres. Das Grauen | Echospace (Detroit) | Aïsha Devi | Deadbeat feat. Tikiman | Pole | Eartheater | Mark Fell & Gábor Lázár | Roly Porter | Porter Ricks | Ilpo Väisänen pres. I-lp-o in Dub | The Constitute | Peter Kutin | Jacques Palminger & The Kings of Dub Rock | Hypercycle | columbosnext | Opcion | Ulrich Troyer | Tapes | Asfast | treibgut | Hey-Ø-Hansen | Trauriges Tropenorchester.

 

Aïsha Devi - Heart of Noise 2016

Aïsha Devi

AUN live Heart of Noise festival, 2014. photo credit: Daniel Jarosch

AUN live Heart of Noise festival, 2014. photo credit: Daniel Jarosch

– via: Art Vibes submission – photo courtesy of: Basemental


Exhibition info:

When: 2 – 4 giugno 2016.
Where: Innsbruck, Austria.


– Heart of Noise: heartofnoise.at


Submit a Comment