Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | September 23, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Quello che c'era una volta - Fiabe e racconti all'epoca dei cambiamenti climatici

Quello che c’era una volta – Fiabe e racconti all’epoca dei cambiamenti climatici

| On 05, Set 2020

“Come si racconta un mondo che non esiste più?” Un libro auto-prodotto di Studio Rebigo (Genova), con la collaborazione di Francesco Martinelli.

di Redazione Art Vibes


Picture: Studio Rebigo – QUELLO CHE C’ERA UNA VOLTA, Fiabe e racconti all’epoca dei cambiamenti climatici.


Mettiamo insieme un libro che doveva vedere la luce e la stampa alcuni mesi fa, i 7 baldi illustratori che insieme compongono Studio Rebigo, uno scienziato che si occupa di ambiente, un originale laboratorio di rilegatura, alcune aziende che si muovono nel campo della sostenibilità. E subito dopo uniamo i puntini.

Il risultato ha la forma di un volume dal titolo “Quello che c’era una volta – Fiabe e racconti all’epoca dei cambiamenti climatici” e il prossimo passo verso la sua realizzazione sarà una campagna di crowdfunding attiva dall’8 settembre su Produzioni dal Basso.

La domanda è: come si racconta un mondo che non esiste più?
Un mondo senza mare, senza foreste, senza spazi non inquinati. Un mondo dove le sirenette Ariel si muovono su fondali di plastica, dove Tarzan deve fare a meno della giungla, dove la foresta non protegge più Robin Hood e Zanna Bianca si sposta nel deserto?

È proprio ad una possibile risposta a questo interrogativo che Studio Rebigo ha deciso di dedicare la questa sua ultima autoproduzione. “Quello che c’era una volta” è forse dedicato prima di tutto ai ragazzi, oggi in prima linea su questo fronte e sempre di più in futuro. Ma anche ai loro genitori. E a tutti gli altri homo sapiens sull’orlo del disastro climatico.

Si tratta di una raccolta di 23 tra fiabe e racconti della tradizione, 23 finestre aperte sul nostro immaginario. Un piccolo cortocircuito tra emozione e razionalità che si sintetizza in una conclusione “allegramente catastrofista”, per usare le parole di Francesco Martinelli, naturalista collaboratore di National Geographic, a cui è affidata la parte scientifica del volume. Perché se ormai la battaglia ambientalista è entrata nei ragionamenti di tutti, non è affatto scontato che le cose non ci porteranno comunque verso la famigerata sesta estinzione di massa. E se i dati parlano chiaro, le favole fanno più male.

 

Studio Rebigo - QUELLO CHE C'ERA UNA VOLTA, Fiabe e racconti all'epoca dei cambiamenti climatici
Studio Rebigo – QUELLO CHE C’ERA UNA VOLTA, Fiabe e racconti all’epoca dei cambiamenti climatici

Per scardinare le nostre certezze Studio Rebigo parte dall’immaginario, dalla dimensione normalmente introdotta dai “C’era una volta”, che è anche la nostra parte più vulnerabile. E la incrocia con la meccanica inesorabile dei dati. Il libro si divide in 4 capitoli, ognuno dedicato ad un tema: RISCALDAMENTO GLOBALE, DEFORESTAZIONE, INQUINAMENTO DA PLASTICHE e URBANIZZAZIONE. E dopo la parentesi fantastica, in ogni sezione ecco che arrivano le infografiche, sintesi visiva di informazioni complesse, da approfondire grazie alla sitografia finale.

Eccoci quindi all’interno della seconda parte del progetto: la realizzazione pratica. Se la sostenibilità è il fondamento di questa autoproduzione, la tipografia scelta (KC) è la prima certificata Eco-print in Europa (una certificazione che introduce standard da rispettare per un basso impatto ambientale).

La rilegatura invece (bloccata in aprile per lo stop dei provvedimenti anti Covid 19) è stata affidata al progetto “IL CIELO IN UNA STAMPA”, sviluppato all’interno del carcere di Genova Pontedecimo, ideato per reintrodurre i detenuti nel mondo del lavoro.

Oggi Studio Rebigo sta lavorando sulla condivisione, il cui veicolo principale sarà prima di tutto il CROWDFUNDING (attivo sulla piattaforma Produzioni dal Basso dall’8 settembre), per allargare il discorso, per creare una community sensibile al racconto, e per essere più trasversale possibile Studio Rebigo alleandosi con alcuni partner di ricompense: la start up 3BEE e il suo programma Adotta un Alveare, GOJI DESIGN, piccola azienda appassionata di metodi di coltura antichi, e VAIA, nata dopo l’uragano Vaia (che nell’ottobre 2018 spazzò via intere vallate) che recuperando il legno degli alberi abbattuti realizza Vaia Cube, un amplificatore passivo interamente naturale.

 

Studio Rebigo - QUELLO CHE C'ERA UNA VOLTA, Fiabe e racconti all'epoca dei cambiamenti climatici
Studio Rebigo – QUELLO CHE C’ERA UNA VOLTA, Fiabe e racconti all’epoca dei cambiamenti climatici

Studio Rebigo - QUELLO CHE C'ERA UNA VOLTA, Fiabe e racconti all'epoca dei cambiamenti climatici
Studio Rebigo – QUELLO CHE C’ERA UNA VOLTA, Fiabe e racconti all’epoca dei cambiamenti climatici

Studio Rebigo - QUELLO CHE C'ERA UNA VOLTA, Fiabe e racconti all'epoca dei cambiamenti climatici
Studio Rebigo – QUELLO CHE C’ERA UNA VOLTA, Fiabe e racconti all’epoca dei cambiamenti climatici

 

STUDIO REBIGO

Attivo a Genova dal 2015 e questa è la sua quarta autoproduzione, dopo “Zanzine”, “Laika” e “Ciclismo epico”. Attualmente è composto da Alessandro Parodi, Arianna Zuppello, Luca Tagliafico, Ste Tirasso, Matteo Baldrighi, Silvia Venturi, Matteo Anselmo.


– via: Art Vibes submission


website: studiorebigo.myportfolio.comfacebook.com/rebigo


Submit a Comment