Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | February 26, 2020

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Toshiko Horiuchi MacAdam - Harmonic Motion

Toshiko Horiuchi MacAdam – Harmonic Motion Toshiko Horiuchi MacAdam, Harmonic Motion / Rete dei draghi, 2013. Toshiko Horiuchi MacAdam, Harmonic Motion / Rete dei draghi, 2013.

| On 16, Dic 2013

Quando l’installazione artistica diventa gioco, esperienza, sensazione e sperimentazione.

L’artista giapponese Toshiko Horiuchi MacAdam ha creato una grande installazione site specific dal titolo “Harmonic Motion/Rete dei Draghi” al Macro ( Museo di Arte Contemporanea ) di Roma per la settima edizione di Enel Contemporanea, nella sede di via Nizza, fra i più prestigiosi appuntamenti internazionali nel panorama dell’arte contemporanea a cura di Francesco Bonami.

L’opera è realizzata interamente a mano ( per portarla a termine sono stati necessari 8 mesi di lavoro ) e consiste in un grande e colorato tappeto di fili di nylon intrecciati tra di loro che richiama l’antica lavorazione all’uncinetto.

L’installazione piace soprattutto ai bambini che ne usufruiscono divertendosi come se fossero in un parco giochi, difatti chiunque può entrare nell’opera, saltare, arrampicarsi, appendersi e rotolare.

PHOTO CREDITS ROBERTO BOCCACCINO
Toshiko Horiuchi MacAdam, Harmonic Motion / Rete dei draghi, 2013. Photo credit: Roberto Boccaccino.
Toshiko Horiuchi MacAdam, Harmonic Motion / Rete dei draghi, 2013. Photo credit: Roberto Boccaccino.
Toshiko Horiuchi MacAdam, Harmonic Motion / Rete dei draghi, 2013. Photo credit: Roberto Boccaccino.
PHOTO CREDITS ROBERTO BOCCACCINO

L’individuo diventa una componente che contribuisce attivamente al completamento dell’opera, la spensieratezza suscitata attraverso la fruizione del mondo colorato della Horiuchi aggiunge al suo lavoro un’energia nuova.

L’installazione sarà visibile al pubblico a partire dall’8 dicembre 2013 e per tutto il 2014.

Per maggiori info:

– MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma: museomacro.org

– Enel Contemporanea: enelcontemporanea.com

– Photos credit: Roberto Boccaccino


Submit a Comment