Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | June 21, 2018

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Silvia Bigi - L'albero del latte

Silvia Bigi – L’albero del latte

| On 13, Feb 2018

Una riflessione sul ruolo della donna nella società contemporanea.

di Redazione Art Vibes


Picture: Silvia Bigi – Esercizi di preparazione ai doveri della prima notte, 2017, dalla serie L’albero del latte, stampa giclée, 24×36 cm.


La Fondazione Dino Zoli di Forlì presenta, dal 24 febbraio al 14 aprile 2018, L’albero del latte di Silvia Bigi, giovane artista di Ravenna che indaga il rapporto tra predestinazione biologica e convenzioni sociali. Curata da Francesca Lazzarini, l’esposizione sarà inaugurata sabato 24 febbraio, alle ore 18.00.

«In un percorso articolato tra fotografie, installazioni, documenti di finzione e objets trouvés raccolti tra i Balcani e la Romagna – spiega la curatrice – la ricerca di Silvia Bigi esplora il tema dell’identità di genere, sollevando riflessioni sul ruolo della donna nella società contemporanea. In tempi in cui il femminicidio è argomento alla ribalta di tutti i canali d’informazione nazionali, L’albero del latte risale alle origini della questione, interrogandosi sul rapporto tra natura e cultura e sulle possibilità di sovvertire le norme sociali dominanti».

Il titolo della mostra – L’albero del latte – è tratto dal Kanun di Lek Dukagjini, un antico codice di leggi e consuetudini che definisce come Albero del latte la stirpe femminile in opposizione all’Albero del sangue, riservato all’unica vera discendenza: quella maschile. Poco prima di una residenza artistica a Dubrovnik, Silvia Bigi trova per caso una fotografia di Stana Cerovic, ritratta insieme alla sorella Vukosava.

Stana Cerovic è stata l’ultima vergine giurata dei Balcani: le vergini giurate erano donne disposte a rifiutare il contratto matrimoniale in una società fortemente patriarcale per diventare eredi, trasformandosi in uomini: nei gesti, negli abiti e in ogni comportamento sociale.

 

Silvia Bigi - Il sangue e il latte, 2017, dalla serie L'albero del latte, stampa giclée, 40x40 cm
Silvia Bigi – Il sangue e il latte, 2017, dalla serie L’albero del latte, stampa giclée, 40×40 cm

A partire dall’immagine ritrovata l’artista avvia una riflessione su alcuni aspetti delle diseguaglianze di genere, ponendo la sua attenzione sulla cerimonia delle nozze, sul contratto matrimoniale, sui doveri della prima notte e sull’istituto della dote, in Italia obbligatoria per legge fino al 1975.

Da qui, lo straordinario ritrovamento di un codice scritto in dialetto romagnolo: parole tramandate in segreto per secoli e recitate come un mantra dalla poetessa Laura Turci.

A completare il percorso espositivo, oltre ad alcune opere fotografiche legate al femminile (Esercizi di preparazione ai doveri della prima notte, 2017), agli infiniti gradi di parentela (Gli anelli dell’albero, 2017) e al potere ancestrale della genetica (Il corredo della sposa, 2017), anche una serie fotografica (Il sangue e il latte, 2017) dedicata – per usare le parole dell’artista stessa – «a tutte le donne che combattono ogni giorno per essere latte e sangue allo stesso tempo, nel tentativo di ritrovare l’antica unità perduta».

 

Silvia Bigi - Gli anelli dell'albero, 2017, dalla serie L'albero del latte, stampa giclée, 70x100 cm
Silvia Bigi – Gli anelli dell’albero, 2017, dalla serie L’albero del latte, stampa giclée, 70×100 cm

Silvia Bigi - Il corredo della sposa, 2017, dalla serie L'albero del latte, stampa giclée, 80x120 cm
Silvia Bigi – Il corredo della sposa, 2017, dalla serie L’albero del latte, stampa giclée, 80×120 cm

– via: Art Vibes submission – images courtesy of: Fondazione Dino Zoli


Exhibition info: Silvia Bigi. L’albero del latte. A cura di Francesca Lazzarini

When: 24 febbraio – 14 aprile 2018. Inaugurazione: sabato 24 febbraio 2018, ore 18.00.
Where: Fondazione Dino Zoli, viale Bologna 288, Forlì.


Submit a Comment