Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes – Let's share beauty | April 22, 2024

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Once Upon a Time… Windows - Installazione nella Città Vecchia di Damasco

Once Upon a Time… Windows – Installazione nella Città Vecchia di Damasco

| On 20, Apr 2022

Guerra, fame, migrazione, sogni: nel cuore della città vecchia di Damasco un’installazione che si fa voce dell’identità di un popolo ferito dagli orrori della guerra civile.

di Redazione Art Vibes


Picture: Once Upon a Time… Windows – Installazione, Città Vecchia di Damasco. Photo credit: AFP.


Centinaia di colombe in ceramica sospese sulle strade della Città Vecchia di Damasco sono le protagoniste di un’ampia installazione artistica ideata da Buthaina al-Ali, Professore alla facoltà di Arti dell’Università di Damasco. L’opera che doveva debuttare prima dell’inizio della guerra in Siria, a distanza di undici anni vede finalmente la luce.

Oggi 15.000 uccelli di ceramica sono finalmente in volo. ”Ho sognato di decorare il centro della mia città e di appendere le colombe in un luogo affollato per farle vedere alle persone“, ha dichiarato Ali, 48 anni, all’AFP. “Ma la guerra ha cambiato tutto e ho dovuto rimandare il mio sogno per tutto questo tempo“.

La mostra nella Città Vecchia di Damasco, curata da 16 studenti della Facoltà di Lettere, si intitola “Once Upon a Time… Windows” e affronta il tema dello sfollamento, della fame e dell’impotenza, sentimenti e reazioni provocati dalla sanguinosa guerra civile che ha attanagliato il paese per anni.
Alla fine ho suggerito ai miei studenti di prendere le colombe e appenderle nel modo che ritenevano opportuno“, ha detto Ali, che ha perso due membri della famiglia a causa del conflitto.

Anche la galleria d’arte Kozah nella Città Vecchia e le strade adiacenti sono state adornate con i volatili di ceramica, alcuni dei quali sono altresì dotati di piccole luci a LED. Le colombe sono il fulcro attrattivo della mostra, altre opere degli studenti fungono da corollario espositivo. ”La tristezza è il fattore comune tra tutti i pezzi“, ha detto Ali. Ma per il gallerista Samer Kozah, la mostra ha trasformato la Città Vecchia nella scena di un libro di fiabe. “È una storia mostrata allo scoperto, che consente a coloro che la vivono di passare da una storia all’altra“, ha detto all’AFP.

Nell’installazione del 24enne Hammoud Radwan intitolata “A Continued Disappearance“, le colombe già citate sono poste accanto a ritratti di amici dell’artista che hanno lasciato la Siria in cerca di un futuro più luminoso all’estero. “Le facce non sono più in Siria“, ha detto Radwan all’AFP, indicando le immagini. “I piccioni volano accanto a loro per esprimere la dispersione“, ha aggiunto. Dal 2011, la guerra in Siria ha ucciso quasi mezzo milione di persone e costretto quasi la metà della popolazione prebellica del paese ad abbandonare le proprie case, secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani con sede in Gran Bretagna.

 

Once Upon a Time… Windows - Installazione, Città Vecchia di Damasco. Photo credit: AFP
Once Upon a Time… Windows – Installazione, Città Vecchia di Damasco. Photo credit: AFP

In uno stretto vicolo della Città Vecchia, piatti vuoti legati a colombe di ceramica sbattono l’uno contro l’altro sopra un tavolo di legno vuoto. L’installazione dell’artista studente Pierre Hamati, intitolata “Syrian Supper“, rappresenta la fame che affligge la popolazione siriana.
Ad oggi quasi il 60% degli abitanti ha problemi alimentari. “Il tavolo (vuoto) rappresenta il nostro tavolo e i piatti assomigliano ai nostri piatti vuoti“, ha detto il 25enne ad AFP. “Le colombe ci rappresentano… simboleggiano i nostri sogni, le nostre ambizioni, i nostri diritti ora non più sacri.

In un’altra installazione, 300 colombe appaiono sospese in volo mentre escono da una casa abbandonata, ritratte in fuga così come i molti siriani costretti a fuggire dalle devastazioni della guerra, ha affermato Zeina Taatouh, autrice dell’opera. Gli studenti Raneem Al-Lahham e Hassan Al-Maghout hanno invece rinchiuso gli uccelli all’interno di gabbie, mentre Gulnar Sarikhi, altro studente d’arte, ha appeso le colombe a testa in giù, con un nodo legato ai piedi, un pezzo intitolato “Impotence” che ben incarna il dolore e l’esasperazione di un popolo.

 

Once Upon a Time… Windows - Installazione, Città Vecchia di Damasco. Photo credit: AFP
Once Upon a Time… Windows – Installazione, Città Vecchia di Damasco. Photo credit: AFP

Once Upon a Time… Windows - Installazione, Città Vecchia di Damasco. Photo credit: AFP
Once Upon a Time… Windows – Installazione, Città Vecchia di Damasco. Photo credit: AFP

Once Upon a Time… Windows - Installazione, Città Vecchia di Damasco. Photo credit: AFP
Once Upon a Time… Windows – Installazione, Città Vecchia di Damasco. Photo credit: AFP

– via: kuwaittimes.com – photo courtesy of: AFP


Submit a Comment