Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes – Let's share beauty | April 16, 2024

Scroll to top

Top

Art
No Comments

My East is your West - Rashid Rana & Shilpa Gupta

My East is your West – Rashid Rana & Shilpa Gupta

| On 05, Mag 2015

Il ruolo delle arti visive nel rintracciare i significati negli sconvolgimenti della nostra epoca.

di Redazione Art Vibes


Above picture: Shilpa Gupta – I live under your sky too, 2013 – animated light installation, cm 487×975


La Gujral Foundation e la Fondazione Antonio Mazzotta, Partner in Italia, aprono al pubblico dal 6 maggio la mostra “My East is your West“, evento collaterale alla 56. Esposizione Internazionale d’Arte, la Biennale di Venezia che unisce per la prima volta India e Pakistan. Un’iniziativa innovativa grazie al coinvolgimento di un’ampia regione del mondo in rapida espansione che non è mai stata rappresentata prima d’ora all’interno della Biennale veneziana.

L’evento è ideato e curato da Feroze Gujral, fondatore e direttore della Gujral Foundation, si avvale della collaborazione per la curatela di Natasha Ginwala e di Martina Mazzotta, anche curatrice degli eventi collaterali in Italia della mostra, con la consulenza di Romeo Orlandi di Osservatorio Asia.
The Gujral Foundation ha sede in India e rivolge il proprio impegno pioneristico e filantropico nel supporto delle arti contemporanee nell’Asia meridionale, con un sostegno rivolto alle iniziative internazionali.

My East is your West – Rashid Rana & Shilpa Gupta

Shilpa Gupta - Singing Cloud, 2008-2009, dettaglio/detalis
object built with thousands of microphones with 48 multi channel audio, 9 min 30 sec audio loop, cm 457x61x152
Shilpa Gupta – Singing Cloud, 2008-2009, dettaglio/detalis
object built with thousands of microphones with 48 multi channel audio, 9 min 30 sec audio loop, cm 457x61x152

Gli artisti internazionali Shilpa Gupta di Mumbai (India) e Rashid Rana di Lahore (Pakistan) realizzano per l’occasione opere site specific, che si legano al tema proposto dal curatore Okwui Enwezor nell’ottica di “offrire al mondo una cassa di risonanza del mondo”, per invitare a riflettere sul ruolo che le arti visive hanno nel rintracciare i significati negli sconvolgimenti della nostra epoca: All the World’s Futures.

Nata dal desiderio di reindirizzare il complesso clima di rapporti storici tra gli stati-nazione dell’Asia del Sud, India e Pakistan, “My East is Your West” li presenterà come due paesi che condividono la stessa cartografia culturale nel contesto della Biennale di Venezia. Il pensiero di come il mondo sarebbe stato diverso se India e Pakistan non fossero stati definiti dai loro confini rimane latente, ma è sempre presente.
In considerazione delle loro abitudini, Gupta e Rana sono stati invitati a creare una presentazione unica in cui una serie di lavori esprimerà l’intera essenza di un popolo diviso, di una storia che abbraccia antichità, modernità coloniale e un presente cosmopolita, aspetti intrappolati in una situazione conflittuale. Questo viaggio verso il concepimento di una piattaforma condivisa a Venezia è costruito sull’interesse degli artisti per la negoziazione tra ciò che è individuale e ciò che è comune in relazione alle esperienze di consapevolezza collettiva di “tutti i giorni”. Entrambi gli artisti esplorano i concetti di locazione e dislocazione, di appartenenza oltre i confini politici e dell’impatto del condizionamento culturale e politico. Gupta e Rana hanno sviluppato un materiale estetico che sonda il potenziale di una regione comune, separata dallo stato e dal suo modello, con lavori che sfidano il moderno stato-nazione e le sue divisioni.
La mostra su India e Pakistan mira a configurarsi come “architettura della memoria” e a porre quesiti che muovono dall’antichità alla modernità coloniale, fino al presente conflittuale e cosmopolita del subcontinente. Qui, l’arte si esprime in forma narrativa, nella quale le perforazioni della Storia hanno evidenziato un abisso fondamentale.


Opere in mostra di Shilpa Gupta
I lavori dell’artista indiana Shilpa Gupta a Palazzo Benzon proseguono nella linea di ricerca dell’artista intorno all’area di confine tra India e Bangladesh, presentando installazioni, video, fotografie, disegni, testi e performance. L’artista espone lavori recenti che esaminano ampiamente il potenziale di re-immaginazione e di rifiuto attraverso narrazioni storiche.
L’opera Untitled (2014-15), realizzata in quattro anni, si basa sulla barriera in costruzione tra India Orientale e Bangladesh. Una volta completata, essa circonderà il Bangladesh e sarà la più lunga barriera di separazione del mondo. Nella performance, Gupta sincronizza la missione giornaliera di un soldato sul luogo in cui si erige questa barriera con quella di un performer seduto nella sala espositiva e intento a cucire una linea infinita su di un tessuto fatto a mano nel Bangladesh. Sistemato su di un lungo tavolo, il tessuto di 3,394 metri è il risultato di un lavoro di sei mesi svoltosi a Phulia, città di confine situata tra le due nazioni, nota per il commercio di telai fatti a mano, poi dislocati dopo la partizione del territorio.
Nel suo lavoro Gupta concepisce un’installazione sonora interattiva che conduce il visitatore verso specifiche traiettorie di movimento lungo uno stretto. Attraverso l’uso dei sensi motori e del gioco di ruolo, l’artista crea una dimensione alienante che conduce a un complesso senso di non appartenenza, di divisione.
Gupta crea inoltre un’installazione luminosa instaurando un dialogo per riflettere sull’impatto che il condizionamento culturale e politico opera nell’orientare le nostre relazioni a seconda degli emisferi geografici.

Shilpa Gupta - 24.00.01, 2012 Motion Flapboard, 30min loop, cm 177x25x28
Shilpa Gupta – 24.00.01, 2012 Motion Flapboard, 30min loop, cm 177x25x28

Shilpa Gupta - Singing Cloud, 2008-2009 object built with thousands of microphones with 48 multi channel audio, 9 min 30 sec audio loop, cm 457x61x152
Shilpa Gupta – Singing Cloud, 2008-2009 object built with thousands of microphones with 48 multi channel audio, 9 min 30 sec audio loop, cm 457x61x152

Shilpa Gupta - I live under your sky too, 2013 animated light installation, cm 487x975
Shilpa Gupta – I live under your sky too, 2013 animated light installation, cm 487×975

Opere in mostra di Rashid Rana
L’artista pakistano Rashid Rana afferma “Il mio lavoro è spesso una trattativa su tre fronti tra me stesso, il contesto fisico che mi circonda e quanto io ne ricevo – che siano Internet, i libri, la Storia o il sapere collettivo.
Il nuovo corpo di lavori di Rashid Rana dal titolo Transpositions (2013-2015) interviene nelle cinque stanze di Palazzo Benzon come un setting immersivo dove le strutture architettoniche si combinano con video, incisioni digitali, installazioni e performance. Intessendoli insieme quali capitoli di una singola narrazione, l’artista passa dai suoi iconici fotomontaggi digitali su due dimensioni a un metodo topografico che prende in esame la percezione collettiva di collocamento e dislocazione. Partendo da una stanza che è allestita come facsimile o doppio, i visitatori sperimenteranno una perturbante sensazione di immersione in un “altrove”.
Qui, l’uso tutto personale dei pixel da parte di Rana e il suo impegno nell’ampliamento di un archivio di immagini fotografiche e in movimento agiscono quali segnali dei frammenti contenuti in ciò che è universale.
Una folla guidata filmata in Pakistan e connessa mimeticamente con l’attuale inquietudine politica sulle strade di Islamabad, Lahore e Karachi, offre sequenze filmate che verranno presentate in mostra con proiezioni.
L’intricato gioco dell’artista si muove tra sfaccettature di luoghi, non-luoghi e collocamenti e si riflette in una sorta di delirio di micro-narrazioni di luoghi specifici e di appartenenze transnazionali.

Rashid Rana - CROWD Series 1, 2013 e Language V, 2011-2012 - Installation View at Pier 24
Rashid Rana – CROWD Series 1, 2013 e Language V, 2011-2012 – Installation View at Pier 24

Rashid Rana - Ritratto
Rashid Rana – Ritratto

Rashid Rana - Language V, 2011- 2012, dettaglio C print, DIASEC, cm 270x462
Rashid Rana – Language V, 2011- 2012, dettaglio C print, DIASEC, cm 270×462
My East is your West – Rashid Rana & Shilpa Gupta

– via: mazzotta.it

– photo courtesy of: Irma Bianchi


Exhibition info:

My East is your West – Rashid Rana & Shilpa Gupta

When: 6 Maggio – 1 Ottobre 2015.
Where: Palazzo Benzon, San Marco 3917, 30124 Venezia.


Further reading:

– Shilpa Gupta website: shilpagupta.com

– Rashid Rana website: art-vibes.com/art/rashid-rana


Submit a Comment