Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | January 16, 2021

Scroll to top

Top

Art
No Comments

La "Cappella Sistina degli antichi" - In Amazzonia l'incredibile scoperta di arte rupestre

La “Cappella Sistina degli antichi” – In Amazzonia l’incredibile scoperta di arte rupestre

| On 04, Dic 2020

Migliaia di dipinti di animali e umani creati fino a 12.500 anni fa sono stati scoperti in aree remote della Colombia, un eccezionale ritrovamento dal punto di vista storico-artistico.

di Redazione Art Vibes


Picture:Sistine Chapel of the ancients“, Amazon Forest, Columbia – Photograph: Marie-Claire Thomas/Wild Blue Media. via: theguardian.com


Una delle più grandi collezioni al mondo di arte rupestre è stata scoperta nella foresta pluviale amazzonica. Salutata da un team britannico-colombiano di archeologi come “la Cappella Sistina degli antichi”, conserva decine di migliaia di dipinti di animali e umani creati fino a 12.500 anni fa su pareti rocciose che si estendono per quasi otto miglia di territori impervi della Colombia.

La datazione è stata stabilita sulla base di raffigurazioni di animali dell’era glaciale ormai estinti, come il mastodonte, parente preistorico dell’elefante, il paleolama, un camelide estinto, bradipi giganti e cavalli dell’era glaciale.

Sebbene tale scoperta sia stata fatta lo scorso anno, la notizia è trapelata volutamente solo qualche giorno fa per mantenere la segretezza delle informazioni in vista dell’uscita del documentario di Channel 4 intitolato Jungle Mystery: Lost Kingdoms of the Amazon, che in esclusiva tratterà l’argomento.

L’archeologa Ella Al-Shamahi, alla guida del format televisivo, ha dichiarato a The Guardian che il sito, che si trova nella Serranía de la Lindosa, richiedeva oltre due ore di macchina da San José del Guaviare per essere raggiunto, ed un ulteriore trekking di quattro ore.

Una zona collocata all’interno del Chiribiquete National Park, nel bel mezzo dei territori controllati delle FARC (Forze armate rivoluzionarie colombiane), un’esplorazione difficile da portare a termine vista il posizionamento verticale delle opere. A causa della maestosità dei dipinti (si parla di decine di migliaia di figure da prendere in esame), alcuni si trovano così in alto sulla parete scoscesa che possono essere studiati solo con i droni, i ricercatori ritengono che le analisi richiederanno generazioni per essere completate.

Finora sono emerse tracce di pigmenti ocra e terracotta rossa, oltre a rappresentazioni di piante allucinogene, forme geometriche, sagome di animali, nonché umani ritratti in pratiche divinatorie e sciamaniche.

Solo il tempo ed analisi più approfondite potranno condurre a nuove verità. Non resta che aspettare. Per approfondire vi consigliamo di guardare il primo episodio del documentario Jungle Mystery: Lost Kingdoms of the Amazon in onda domani sera (5 dicembre 2020) su Channel 4, perché il primo episodio della serie sarà dedicato anche a questo topic.

 

Sistine Chapel of the ancients’ rock art discovered in remote Amazon forest. video courtesy of: Tales From Out There

– via: theguardian.com – top image: Photograph: Marie-Claire Thomas/Wild Blue Media.


Submit a Comment