Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | September 23, 2018

Scroll to top

Top

Art
No Comments

Andrea Saltini - Sopravvivere a Picasso

Andrea Saltini – Sopravvivere a Picasso

| On 24, Mag 2018

La nuova produzione artistica di Andrea Saltini in mostra presso la Galleria ArteSì di Modena.

di Redazione Art Vibes


Picture: Andrea Saltini – senza titolo, 2018, argilla pigmentata di nero, gesso, pigmenti, inchiostri cinesi su tela, cm. 180×220, courtesy ArteSì – Galleria d’Arte Contemporanea.


Per la prima volta gli ampi spazi della Galleria ArteSì di Modena, diretta da Maria Teresa Mori, ospitano “Sopravvivere a Picasso”, mostra di Andrea Saltini a cura di Cristina Muccioli.

Realizzata in collaborazione con Magnificat Ars Societas, l’esposizione sarà inaugurata sabato 9 giugno alle ore 18.30 e introdurrà la nuova produzione dell’artista, tuttora in progress: quindici opere inedite su tela e su tavola caratterizzate da continue citazioni e rimandi (prima fra tutte l’opera da cui trae il titolo la mostra, la cui iconografia richiama esplicitamente “Guernica” di Picasso), ma anche dall’uso di argilla, gesso, pigmenti e inchiostri cinesi.

Il percorso espositivo è completato, infine, da un excursus attraverso tre recenti serie pittoriche: “The Razors Edge” (2017-18), “Come puoi vivere a testa in giù?” (2016), “Trovami un modo migliore per uscirne” (2015-16).

 

Andrea Saltini - Nudo foglie verdi busto e tappeto, 2018, argilla pigmentata di nero, gesso, inchiostri cinesi su tavola, cm. 144x124, courtesy ArteSì - Galleria d’Arte Contemporanea
Andrea Saltini – Nudo foglie verdi busto e tappeto, 2018, argilla pigmentata di nero, gesso, inchiostri cinesi su tavola, cm. 144×124, courtesy ArteSì – Galleria d’Arte Contemporanea

Andrea Saltini - L'uomo che piange, 2018, argilla pigmentata di nero, gesso, pigmenti, inchiostri cinesi su tela, cm. 100x80, courtesy ArteSì - Galleria d’Arte Contemporanea
Andrea Saltini – L’uomo che piange, 2018, argilla pigmentata di nero, gesso, pigmenti, inchiostri cinesi su tela, cm. 100×80, courtesy ArteSì – Galleria d’Arte Contemporanea


«Andrea Saltini – scrive Cristina Muccioli – ha avuto tempi metabolici e di sedimentazione geologici. Adesso, il suo gesto su tela o su carta, le sue visioni, vanno più veloci della luce elettrica. Andrea è un cortocircuito vertiginoso tra memoria, sapere, sentimenti, pungoli emotivi, urgenze espressive. Niuno mai come costui toccò i colori, scriveva quel toscano-centrico irredento di Giorgio Vasari a proposito di Correggio. Lo avrebbe scritto anche di Saltini, che pure predilige i bianchi e i neri, perché li reinventa da virtuoso cercando i grigi, i suoi, come Yves Klein ha dato la caccia al blu.

Titolo ironico e leggero – Sopravvivere a Picasso – a contrappeso di quella densità di contenuto e di forma che contraddice e tacita la prognosi infausta sulla figurazione italiana. Qui si fanno i conti con i giganti, sentiti Maestri non per essere banalmente emulati, né sovvertiti o desacralizzati, ma per essere rianimati attraverso un’infaticabile ricerca della propria unicità, della propria verità, per rinascere a vita nova. Se ne esce stremati, incantati, assorbiti, innamorati».


  

…Andrea è un cortocircuito vertiginoso tra memoria, sapere, sentimenti, pungoli emotivi, urgenze espressive…

Cristina Muccioli

 

Andrea Saltini – Cenni biografici

Pittore, poeta e direttore artistico, nasce nel 1974 a Carpi (Mo), dove vive e lavora. Il primo semestre del 2018 è stato per lui particolarmente importante, con tre mostre personali (“The Razors Edge”, a cura di Alessandra Radaelli, MAC – Fondazione Maimeri, Milano; “Ritual de lo Habitual”, a cura di Marta Santacatterina, Rizomi Art Brut, Parma; “Sopravvivere a Picasso”, a cura di Cristina Muccioli, Galleria ArteSì, Modena) e la partecipazione a fiere d’arte internazionali.

Sempre nel 2018 è stato prodotto un documentario dedicato all’artista, intitolato “La balena e il gamberetto” (produzione Italia/Sudafrica, in collaborazione con Magnificat Ars Societas). Nel 2017 è uscito il volume “Ritual de lo Habitual. 31 opere fatali” (Fermoeditore). È, invece, del 2016, anno in cui l’artista ha avviato la sua collaborazione con l’agenzia di promozione e distribuzione Magnificat Ars Societas, la monografia A.P.M. che racchiude dieci anni di attività.

Dopo gli studi artistici e un Master UDP in comunicazione, Andrea Saltini ha portato avanti un’intensa attività espositiva, supportata anche da numerosi premi e riconoscimenti, con mostre in Italia e all’estero, nonché la partecipazione alla “55. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia”, nel Padiglione Nazionale della Costa Rica.

 

Andrea Saltini - Insieme noi due siamo pari, 2018, argilla pigmentata di nero, gesso, pigmenti, inchiostri cinesi su tela, cm. 100x100, courtesy ArteSì - Galleria d’Arte Contemporanea
Andrea Saltini – Insieme noi due siamo pari, 2018, argilla pigmentata di nero, gesso, pigmenti, inchiostri cinesi su tela, cm. 100×100, courtesy ArteSì – Galleria d’Arte Contemporanea

Andrea Saltini - Sopravvivere a Picasso, 2018,  argilla pigmentata di nero, gesso, pigmenti, inchiostri cinesi, courtesy ArteSì - Galleria d’Arte Contemporanea
Andrea Saltini – Sopravvivere a Picasso, 2018, argilla pigmentata di nero, gesso, pigmenti, inchiostri cinesi, courtesy ArteSì – Galleria d’Arte Contemporanea

Andrea Saltini - Giovani contendenti al trono di Svezia in consultazione, 2018, argilla pigmentata di nero, gesso, pigmenti, inchiostri cinesi su tavola, cm. 220x180, courtesy ArteSì - Galleria d’Arte Contemporanea
Andrea Saltini – Giovani contendenti al trono di Svezia in consultazione, 2018, argilla pigmentata di nero, gesso, pigmenti, inchiostri cinesi su tavola, cm. 220×180, courtesy ArteSì – Galleria d’Arte Contemporanea

– via: Art Vibes submission – images courtesy of: ArteSì – Galleria d’Arte Contemporanea


Exhibition info: Andrea Saltini – Sopravvivere a Picasso, a cura di Cristina Muccioli

When: 9 giugno – 7 luglio 2018. Inaugurazione: sabato 9 giugno, ore 18.30.
Where: ArteSì – Galleria d’Arte Contemporanea, via Fonte d’Abisso 10, 41121 Modena.


Submit a Comment