Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Art Vibes | February 22, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Fabrizio De André - Principe libero

Fabrizio De André – Principe libero

| On 24, Gen 2018

Un film su Fabrizio De André, che non si limita a raccontarne la storia, ma cerca di trasmetterne l’anima.

di Annalisa Grassano


Devo ammettere che quando ho sentito che avrebbero girato un film sulla vita di Fabrizio De André ho un po’ arricciato il naso, come si può rendere, in tre ore, la storia di uno dei più grandi poeti del nostro tempo. A quanto pare si può, o meglio Luca Facchini è riuscito in questa impresa impossibile.

Fabrizio De André. Principe libero è un film molto bello, questo grazie anche al suo incredibile cast e soprattutto agli sceneggiatori Giordano Meacci e Francesca Serafini.
Un film che non si limita a raccontare la storia di Fabrizio De André, ma cerca di trasmetterne l’anima, e indubbiamente ci riesce; un ritratto autentico che ci restituisce l’uomo, un omaggio alla poetica e all’umanità di un artista indimenticabile.

Quarant’anni di vita, dalla prima adolescenza nella sua Genova fino al sequestro in Sardegna. Un narrazione che rispetta la visione del mondo di De André e che riesce a trasmettere la stessa sensazione di dolcezza e di fragilità tipica delle sue canzoni.

Luca Marinelli è Fabrizio, lo è in un modo unico e personale, la sua interpretazione, figlia di uno studio attento, riesce a trasmettere in maniera profonda e commovente la vera anima dell’uomo, irrimediabilmente intrecciata con quella del poeta. L’attore romano ha saputo ritrovare Faber, non solo nei gesti, nelle movenze, nell’intonazione ma anche nella sua essenza più vera, in quello sguardo fatto di stelle e di vento, quasi identico in alcune sequenze.

Un’interpretazione di altissimo livello anche quella di Gianluca Gobbi, nel ruolo di Paolo Villaggio, storico amico del cantautore. Il Villaggio di Gobbi è proprio quello che ognuno di noi si è immaginato, l’amico vero, quello che si commuove leggendo pochi versi e illuminato afferma: “Fabrizio, è un capolavoro” .

E poi una bravissima Valentina Bellè, nei panni di Dori Ghezzi, una riuscitissima Elena Radoninich nei panni di Puny (la prima moglie e madre di Cristiano), Ennio Fantastichini (il padre), Matteo Martari (Luigi Tenco) e molti altri, troppi per citarli tutti, anche se si dovrebbe; perché mai come in questo film si respira l’importanza di un lavoro d’insieme, dove ognuno diventa fondamentale nella riuscita di un così alto risultato.

Sul finale le note della sua chitarra e la sua voce, mi hanno fatto un po’ l’effetto di una pacca sulla spalla e sì, mi sono commossa, ma a luci accese ho capito di non essere l’unica.

 

Fabrizio De André – Principe Libero. video courtesy of:

– Il film è una coproduzione Rai Fiction e Bibi Film. Regia di Luca Facchini, con Luca Marinelli, Valentina Bellè, Elena Radonicich, Davide Iacopini, Gianluca Gobbi e con la partecipazione straordinaria di Ennio Fantastichini.

Sarà nei cinema italiani solo il 23 e 24 gennaio distribuito da Nexo Digital con i media partner Radio Deejay, Mymovies.it e rockol.it. In arrivo a febbraio su Rai1.


Submit a Comment